Emiliana Costa ROMA - È partito il countdown per il Concertone del primo

Emiliana Costa
ROMA - È partito il countdown per il Concertone del primo

Emiliana Costa
ROMA - È partito il countdown per il Concertone del primo maggio, il secondo in epoca Covid. La kermesse, che lo scorso anno è stata prettamente televisiva, si riappropria della dimensione live (seppur ancora senza pubblico) e sbarca alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica di Roma. Con la speranza di riprendersi piazza San Giovanni nel 2022. Il via alle 16.30 in diretta su Rai3, Radio2 e RaiPlay. E se i conduttori saranno ufficializzati a breve (sulla conferma di Ambra non ci sarebbero dubbi), il cast c'è ed è ricco e trasversale. Da Noel Gallagher, l'ex Oasis super ospite della manifestazione, a Gianna Nannini. Saranno una quarantina gli artisti che si alterneranno nelle oltre sei ore di musica e parole, al motto di «L'Italia Si Cura Con Il Lavoro». Per la prima volta sul palco del Primo Maggio, anche Fedez che probabilmente parlerà dei lavoratori dello spettacolo fermi a causa della pandemia.
In rigoroso ordine alfabetico: Alex Britti & Flavio Boltro, Après la Classe & Sud Sound System, Balthazar, Edoardo Bennato, Bugo, Chadia Rodriguez ft. Federica Carta, Colapesce Dimartino, Coma_cose, Enrico Ruggeri, Ermal Meta, Extraliscio, Fabrizio Moro con Vinicio Marchionni e Giacomo Ferrara, Fasma, Fast animals and Slow Kids & Willie Peyote, Fedez, Folcast, Francesca Michielin, Francesco Renga, Gaia, Ghemon, Gianna Nannini e Claudio Capéo, Ginevra, Gio Evan, Il tre, L'Orchestraccia, La Rappresentante di Lista, Lp, Madame, Mara Sattei, Max Gazzè & The Magical Mystery Band, Michele Bravi, Modena City Ramblers, Motta, Nayt, Noel Gallagher, Noemi, Orchestra multietnica di Arezzo con Magherita Vicario, Piero Pelù, The Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vasco Brondi, Wrongonyou.
Insomma, un cast eterogeneo che abbraccia in toto il pubblico televisivo. Diciassette artisti provengono dall'ultimo Sanremo. «La quasi totalità dei cantanti - spiega Massimo Bonelli di iCompany, direttore artistico della manifestazione promossa da Cgil, Cisl e Uil - ci ha contattato per esserci. È una chiamata alle armi importante e tutti vengono a dire qualcosa». Più che un concerto, dunque, un galà della musica per ripartire da dove eravamo rimasti.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Aprile 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA