Nancy Brilli scrive su Leggo: «Innamorarsi di tre mogli» ASCOLTA L'AUDIO

Video
di Nancy Brilli

E che ti devo dire, Salvo? Vorresti avere più mogli, perché hai due amanti e non riesci a gestirla. Intanto, complimenti per l'energia testosteronica, che mica è detto. Poi dici: ti piacerebbe sposarle tutte e tre, ne saresti felicissimo. Che si tratti di una forma di masochismo estremo? Mi viene un dubbio fortissimo, nonché un persistente senso di ripulsa. Ma le signore che dicono? In verità, in occidente non mi pare che sia frequentabile, l'idea, e tantomeno augurabile. Abbiamo, da ste parti, una certa propensione all'esclusività, vuoi per cultura, vuoi per orgoglio, e, benché alla fine tante si tengano fioriture di corna che manco un cervo a primavera, in effetti dividere ufficialmente il proprio congiunto non la sento come una cosa particolarmente popolare.
Mettiamo comunque il caso che le tue amate accettassero, e che lo stato prevedesse il tutto. Vivreste tutti insieme o separatamente? I figli li crescereste buttandoli nel mucchio, allegramente, o disgiunti? La copula è prevista singola o di gruppo? E: ti sei reso conto che avresti sei suoceri, più un non identificato numero di cognati? No, perché son cose da capire. Ti prendo in giro, è evidente, ma uno come te ancora non mi era capitato. Scusa, eh? Ma non potevo proprio farmela sfuggire, l'occasione.

 

(brillisevuoi@leggo.it)

 

-----------------------------------------------------------------------------------------


Nancy Nicoletta Brilli nasce a Roma il 10 aprile del 1964. E' attrice, abbastanza pittrice e regista e molto Capofamiglia. Inizia a lavorare a 19 anni nel film Claretta di Pasquale Squitieri, da allora ha recitato senza interruzione in cinema, teatro, televisione e web. Beh, fino all'inizio del Covid, almeno.


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Ottobre 2021, 06:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA