«Il narcisismo non esiste, se non sai come riconoscerlo»: il nuovo libro di Gerry Grassi

«Il narcisismo non esiste, se non sai come riconoscerlo»: il nuovo libro di Gerry Grassi

Venerdì alla libreria Libraccio di Milano la presentazione del libro di Gerry Grassi, noto per essere stato uno degli esperti della trasmissione di Sky Uno “Matrimonio a prima vista”

Si terrà venerdì 26 novembre alle ore 18 alla libreria Libraccio di Milano la presentazione de «Il narcisismo non esiste, se non sai come riconoscerlo» (Epc Editore), il nuovo libro dello psicologo e psicoterapeuta Gerry Grassi, noto per essere stato uno degli esperti in tre edizioni della trasmissione “Matrimonio a prima vista” su Sky Uno. Interverrà Gennaro Romagnoli, autore della prefazione. In un viaggio eclettico - dal mito di Narciso passando per la Vienna di Freud, gli aborigeni, le Galapagos di Darwin e la Scuola Palo Alto sino ai giorni d’oggi - attingendo anche a vicende ed esperienze personali, Grassi dimostra la relatività del concetto di narcisismo, il suo essere tipicamente figlio della cultura occidentale; confina l’uso del termine narcisismo ad un ambito specifico e circoscritto, quello della diagnosi clinica del disturbo di personalità, dimostrando come tutto il resto abbia a che fare con l’amore e le relazioni. Chiudono il libro una serie di case study, che inducono a riflettere su come alla fine siamo tutti, a nostro modo, Narcisi. 

 

Leggi anche > Will Smith, rivelazione hot nel suo libro: «Troppo sesso, l'orgasmo mi provoca la nausea»

 

«La verità è che è un narcisista patologico!», «Ha capito il bastardo! Quel narcisista manipolatore, è colpa sua se ho problemi di insonnia adesso e guardi, guardi mi ha fatto venire anche uno sfogo cutaneo!». Troppe volte a Gerry Grassi è capitato di sentire pronunciare da amici e pazienti, con eccessiva superficialità, la parola narcisismo, per descrivere negativamente persone con le quali si sono avuti dei problemi. E questo non solo in campo sentimentale.
Intrappolati in rapporti - d’amore, amicizia o lavoro - di cui non si ha il controllo, si invoca la manipolazione da parte di narcisisti incalliti e privi di scrupoli; la verità è che la tendenza a sopraffare gli altri è biologica e ha determinato la supremazia dell’Homo Sapiens sulle altre specie, umane ed animali. Durante il dilagare della pandemia, nell’isolamento fatto di camminate e di momenti di meditazione, nasce in Gerry Grassi l’idea di scrivere un libro sul narcisismo, anzi, un libro - da qui il titolo volutamente provocatorio e paradossale - volto a decostruire il concetto stesso di narcisismo, che restituisce dignità a tutte quelle persone etichettate come narcisiste solo perché hanno deluso le aspettative di qualcuno.

 

Il narcisismo (non) esiste: bisogna saperlo riconoscere e per comprenderlo è necessario spostare il proprio punto di vista. In un viaggio eclettico ed imprevedibile - dal mito di Narciso passando per la Vienna di Freud, gli aborigeni, le Galapagos di Darwin e la Scuola Palo Alto sino ai giorni d’oggi - attingendo anche a vicende ed esperienze personali, Grassi dimostra la relatività del concetto di narcisismo, il suo essere tipicamente figlio della cultura occidentale; confina l’uso del termine narcisismo ad un ambito specifico e circoscritto, quello della diagnosi clinica del disturbo di personalità, dimostrando come tutto il resto abbia a che fare con l’amore e le relazioni. Chiudono il libro una serie memorabile di case study, che inducono a riflettere su come alla fine siamo tutti, a nostro modo, Narcisi. Scritto fra Cecina e l’amata isola di Pianosa con toni ironici, provocatori e paradossali che oramai contraddistinguono l’Autore, Il Narcisismo non esiste - se non sai come riconoscerlo - rappresenta l’occasione per lo psicoterapeuta Grassi per approfondire il tema che da sempre lo affascina, spaventa e intriga di più: quello delle relazioni.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Novembre 2021, 16:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA