Roma, i palazzi delle meraviglie: scorci impensabili con le visite virtuali
di Valeria Arnaldi

Roma, i palazzi delle meraviglie: scorci impensabili con le visite virtuali

Architettura cinquecentesca. Soffitti del Settecento. Ristrutturazione novecentesca. E una lunga storia di famiglie - prima Gottifredi, poi Filonardi, infine Primoli - che hanno abitato, in epoche diverse, nelle sue stanze. Il museo Napoleonico, al piano terra di Palazzo Primoli, poco distante da piazza Navona, è una delle case poi divenute museo nel cuore di Roma.



On line, su tourvirtuale.museonapoleonico.it il museo può essere visitato anche in questi giorni, nei quali, per le misure di contenimento del coronavirus, le sue porte, nella realtà, sono chiuse. Il tour si apre direttamente nella prima sala, muovendo il mouse si possono vedere le opere nei dettagli e conoscere le storie degli ambienti. Nella galleria fotografica, approfondimenti sui vari elementi della collezione. Interessanti sono anche gli affreschi e gli arredi. Nella nona sala, intitolata a Carlotta e Zenaide Bonaparte si possono ammirare decorazioni ad affresco di gusto neogotico, apprezzato a Roma tra 1830 e 1840. 

Pure la più recente delle ville nobiliari romane, Villa Torlonia, prima Villa Colonna e già Pamphilj, vanta una ricca storie di famiglie che si sono susseguite nei suoi spazi. Su tourvirtuale.museivillatorlonia.it è possibile effettuare una visita del Casino Nobile. Cuore dell’architettura è la Sala da Ballo, con le volte affrescate con storie di Amore, opera di Domenico Toietti e Leonardo Massabò. Nelle lunette, Il Volo delle Dodici ore e Il Volo delle Tre Grazie, dello stesso Massabò, nonché Il Parnaso di Francesco Coghetti. Proprio i soffitti sono uno dei primi elementi ai quali volgere puntatore e sguardo. Il virtuale permette infatti di apprezzarli da vicino, come non sarebbe effettivamente possibile fare nella realtà.



Grande attenzione merita pure il Bagno, con evidenti richiami alle “stufe” rinascimentali, con storie mitologiche eseguite da Pietro Paoletti. Senza dimenticare ovviamente la collezione. Entrambi i tour virtuali sono arricchiti di foto, video e testi. 

Non è un museo ma custodisce molti tesori Palazzo Farnese, che fu anche residenza di Francesco II di Borbone. Il Palazzo, sede dell’ambasciata francese in Italia, si può visitare virtualmente su www.farnese-rome.it. Da non perdere, al piano nobile, la visita alla Galleria dei Carracci, con le opere di Annibale Carracci eseguite tra 1597 e 1608 con il contributo del fratello Agostino e poi di alcuni allievi, incluso il Domenichino. Un trionfo di bellezza.
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Marzo 2020, 09:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA