Roma, arriva Uber Eats: la cena e il pranzo direttamente a domicilio
di Alessio Caprodossi

Roma, arriva Uber Eats: la cena e il pranzo direttamente a domicilio

Anche la Capitale saluta Uber Eats, il servizio di consegna di cibo a domicilio dell’azienda statunitense popolare nel mondo per la fornitura di trasporti tra privati via app. Dopo il debutto a Milano nell’autunno di due anni fa e l’avvio delle operazioni nello scorso maggio a Napoli, Roma è il terzo grande centro (ma ci sono pure Monza, Rimini e Reggio Emilia) coinvolto nel programma di espansione preparato da Uber, che vedrà l’aggiunta di una città al mese fino al prossimo dicembre. 
Al lancio sono più di cento i ristoranti disponibili, con una buona copertura geografica, grazie a locali che spaziano tra Centro Storico, Trastevere, Prati, Trieste, Bologna, Parioli, Flaminio, Ostiense e San Giovanni. Discorso simile per quel che concerne le culture culinarie: dalla pizza al cibo cinese, dalla cucina romana e mediterranea ai piatti vegani, ma anche il giapponese, street food e menù esotici ma salutari come il Poké di ispirazione hawaiana, le alternative sono tante e per tutti i gusti. 
Con più di 200 città all’attivo in 32 paesi per un totale superiore ai centomila ristoranti, Uber Eats propone anche a Roma la partnership, di portata globale, con McDonald’s; nei quattordici locali sparsi nel raggio di tre chilometri - da Borgo Pio a San Paolo, passando per Re di Roma, Giulio Cesare, Regina Margherita, Giolitti, Colli Albani, Piazza di Spagna, Piazza Annibaliano, Fontana di Trevi, Stradivari, Piazza delle Cinque Lune, Nazionale e via del Tritone - si può prenotare il pranzo e la cena comodamente da casa o dall’ufficio senza limiti di spesa e sovrapprezzi per il servizio di consegna. 
Negli altri ristoranti si pagano 2,50 euro per ordini inferiori ai 15 euro, mentre superata tale cifra non ci sono aggiunte alla spesa per il pasto. Come fare per utilizzare Uber Eats? Scaricata l’applicazione per l’iPhone o lo smartphone Android, basta selezionare i piatti desiderati ed effettuare l’ordine, che si può seguire in tempo reale tramite la stessa app fino all’arrivo del corriere presso il proprio indirizzo. Una novità di rilievo del servizio riguarda questi ultimi, che si muovono in bicicletta e scooter e lavorano in completa autonomia, scegliendo quando rispondere alle chiamate dei ristoratori. 
Martedì 24 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME