Fred Buscaglione: la vita di uomo e artista indagata in un'esposizione a Roma, al Maxxi

Fred Buscaglione: la vita di uomo e artista indagata in un'esposizione a Roma, al Maxxi

di Valeria Arnaldi

«T'ho veduta, t'ho seguita, t'ho fermata, t'ho baciata, eri piccola, piccola, piccola così!». Era il 1958, quando Fred Buscaglione cantava “Eri piccola così”, scritta con  Leo Chiosso. Fu uno dei suoi grandi, anzi grandissimi successi. A circa cento anni dalla nascita - li avrebbe compiuti il 23 novembre 2021 - la mostra “Fred Buscaglione, il tempo di una sigaretta”, curata da Sonia Maganuco e organizzata dall’Associazione GlobArt, ospitata negli spazi espositivi del Corner Maxxi, dal 13 fino al 23 ottobre, all’interno della sezione “Risonanze” della Festa del Cinema di Roma.

Articolato in cinque sezioni, il percorso ripercorre la carriera dell’artista, dagli anni Cinquanta del Novecento in poi, indagando attraverso la sua figura e le sue canzoni, anche i cambiamenti del Paese. La mostra capitolina sarà la prima tappa di un iter espositivo che proseguirà a Torino, sua città natale - e poi all’estero - e luogo da dove partirà la produzione di un film sulla straordinaria vita del “Grande Fred”, prodotta da Maga Pictures.

Non una scelta casuale. A Roma, infatti, Buscaglione era molto legato. Nell'esposizione, documenti, fotografie inedite, copertine di dischi, video, abiti di scena, locandine di film ai quali ha partecipato, manifesti, anche oggetti, come il suo pianoforte rosa, gentilmente prestato da Massimo Ranieri.

Grande l’attenzione alla televisione, con la consacrazione avvenuta con la partecipazione a “Il Musichiere” di Mario Riva in cui canta con un coro di bambini la canzone “Whisky facile”. Pochi mesi dopo la Rai creò il “Fred Buscaglione show”. Non manca un focus sull’incidente, in cui perse la vita il 3 febbraio 1960, dopo essersi esibito in un night di via Margutta,  mentre guidava la sua Ford Thunderbird del 59 color rosa.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Ottobre 2022, 13:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA