Una famiglia Casamonica sgomberata da una casa popolare a Ciampino: «Abusivi da 22 anni»

Casamonica sgomberati da una casa popolare a Ciampino

Hanno occupato una casa popolare per 22 anni, senza averne titolo, secondo quanto ricostruito dalle indagini. E ieri, un intero nucleo appartenente alla famiglia dei Casamonica, è stato sgomberato. Padre, madre, due figli e la moglie di uno dei due. L’appartamento si trova a Ciampino. E a quella porta, ieri mattina, hanno bussato i carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo. I militari hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Velletri, su richiesta della Procura. Si tratta di una casa di proprietà dell’Ater. Ed era stata proprio l’azienda territoriale per l’edilizia residenziale a far scattare la denuncia. Ed è dall’esposto che sono partite le indagini da parte dei carabinieri, che hanno confermato i fatti: l’abitazione era stata occupata abusivamente dalla famiglia a partire dal 1997.

Di fatto, le indagini hanno permesso di accertare proprio che la famiglia occupava l’alloggio di edilizia residenziale pubblica pur non essendone assegnataria. E che lo ha fatto per oltre venti anni. Il sequestro preventivo dell’immobile è stato possibile grazie alla stretta collaborazione tra l’Ater e i carabinieri. Lo sgombero – pianificato nei dettagli dai militari – ieri mattina si è svolto senza alcuna tensione. C’è voluto un po’ di tempo. Gli indagati, dopo alcune ore di “contrattazione” con gli operanti, hanno deciso di collaborare lasciando l’abitazione senza inscenare proteste. Gli investigatori parlano di un altro colpo al clan. Nell’autunno dello scorso anno, sono stati effettuati sgomberi di alloggi in cui abitavano esponenti della famiglia Casamonica.

Ultimo aggiornamento: 10:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA