Azzurro Scipioni, lo storico cinema romano salvato dalla partnership con Bnl-Bnp Paribas

Azzurro Scipioni, lo storico cinema romano salvato dalla partnership con Bnl-Bnp Paribas

Azzurro Scipioni, lo storico cinema romano non chiuderà. Tutto grazie all'intervento di Bnl e di Bnp Paribas, che hanno proposto una partnership di cinque anni. L'accordo permetterà di evitare la chiusura di una storica sala cinematografica d'autore, che anni fa era frequentata da leggende come Federico Fellini, Michelangelo Antonioni e Bernardo Bertolucci.

 

Leggi anche > Il Cinema Azzurro Scipioni chiude: una raccolta fondi per raccontare la sua storia in un film documentario

 

Azzurro Scipioni, la partnership salva lo storico cinema

Come si legge in una nota dell'istituto di credito «in seguito alle difficoltà subite da tutte le sale cinematografiche italiane, per via della pandemia, Silvano Agosti, regista, sceneggiatore e fondatore del cinema Azzurro Scipioni, aveva considerato inevitabile la chiusura definitiva di questa »cattedrale« del cinema d'autore, che per 40 anni, ha permesso agli artisti di incontrare il proprio pubblico». L'impegno di Bnl, spiega il comunicato «permetterà, dopo una ristrutturazione conservativa dei locali, di rinnovare la sala, darle nuova vita ed aprire nuove prospettive di sviluppo». Per Jean-Laurent Bonnafé, Amministratore Delegato Gruppo BNP Paribas «siamo lieti di sostenere la continuità dell'Azzurro Scipioni, che occupa un posto importante nella vita culturale romana ed è parte integrante della storia del grande cinema italiano. Sono convinto che il futuro della settima arte non sarà scritto senza i cinema. Più che mai, dobbiamo mostrare loro il nostro sostegno collettivo e tutelare questa parte del patrimonio cinematografico». E per Luigi Abete, Presidente di BNL «ci proponiamo di rilanciare e rivalorizzare le attività dell'Azzurro Scipioni in continuità con la filosofia del suo ideatore. L'arte cinematografica ha valenza universale, supera i confini e fa dialogare le diverse culture: valori che fanno parte dell'identità multiculturale ed inclusiva del Gruppo BNP Paribas».

 

Azzurro Scipioni, Alfonsi: «Felice per il salvataggio»

«Mi riempie di gioia la notizia che un grande gruppo come BNL Paribas abbia deciso di intervenire per il salvataggio del Cinema Azzurro Scipioni. Ringrazio il gruppo Dirigente di BNL Paribas per la sensibilità e l'attenzione dimostrata nel portare avanti questa operazione, che può scongiurare la scomparsa definitiva della piccola storica sala blu gestita da Silvano Agosti in Prati nella quale, in quasi 40 anni di attività, sono passati tutti i grandi del cinema italiano, da Fellini ad Antonioni a Bertolucci» - spiega Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio - «Azzurro Scipioni stato l'unica sala a Roma dove poter rivedere i capolavori del cinema mondiale, costretta a chiudere i battenti qualche settimana fa a causa delle difficoltà a sopravvivere provocate dalle chiusure imposte dall'emergenza covid e da un affitto divenuto ormai insostenibile. Speriamo di rivederla presto aperta, insieme a tutti i nostri cinema e teatri. Questo intervento è l'ulteriore dimostrazione dell'importanza che può assumere l'intervento di gruppi privati per la conservazione dei beni comuni e del patrimonio culturale di questa città».

 

Azzurro Scipioni, Carocci (Cinema America): «Roma resterà più bella»

«Lo storico Cinema Azzurro Scipioni di Silvano Agosti non chiuderà! Grazie a BNL Gruppo BNP Paribas e We Love Cinema per essere intervenuti!». Così il presidente del Piccolo America, Valerio Carocci, commenta l'intervento di Bnl a favore dello storico cinema romano. «La struttura - continua Carocci - verrà completamente rinnovata nei prossimi mesi e Silvano proseguirà la direzione artistica. Chapeau! Roma, rimarrà una città più bella!».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Aprile 2021, 20:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA