Milano, bimba di un anno perde il dito giocando con il fratello: riattaccato in ospedale

Milano, bimba di un anno perde il dito giocando con il fratello: riattaccato in ospedale

Milano: reimpiantato dito a bimba di 18 mesi. Una sfida per il bisturi, giocata su uno spazio microscopico con un paziente lavoro di ricostruzione e suture più sottili di capelli. È l'impresa affrontata dai chirurghi dell'Asst Gaetano Pini-Cto di Milano per salvare la manina di una bimba di 18 mesi. I camici verdi le hanno reimpiantato un dito, che la piccola si era quasi del tutto amputata mentre giocava con il fratello maggiore.

L'operazione, particolarmente complessa, è riuscita, informano dall'ospedale. L'équipe di Chirurgia della mano e Microchirurgia ricostruttiva dell'Asst, diretta da Pierluigi Tos, ha lavorato su tessuti più piccoli di un millimetro, data la tenera età della paziente, grazie alla tecnica microchirurgica che prevede l'uso del microscopio operatorio. Ora la piccola può «considerarsi guarita», comunicano i medici.

L'incidente che ha coinvolto la bambina si è verificato in casa, a Bergamo, a metà aprile, nel pieno della pandemia di Covid-19. Un pezzo di vetro ha quasi completamente amputato il dito medio della piccola intenta a giocare con il fratello. Scatta la corsa verso l'ospedale. Le prime cure all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo che, dopo aver eseguito il tampone, risultato negativo, trasferisce la piccola al Pini-Cto che la Regione Lombardia ha identificato come Hub dedicato all'Ortopedia traumatologica, dove sono eseguiti molti degli interventi di chirurgia della mano urgenti su pazienti provenienti dall'intera regione. 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Maggio 2020, 21:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA