Manolo Portanova, l'ex Juve condannato a 6 anni per stupro di gruppo. Lui nega: «Sono innocente»

Oltre ai 6 anni di pena, il giudice lo ha condannato anche a una provvisionale di 100.000 euro a favore della ragazza di cui avrebbe abusato

Manolo Portanova, l'ex Juve condannato a 6 anni per stupro di gruppo. Lui nega: «Sono innocente»

Violenza sessuale di gruppo: è l'accusa choc che è costata una condanna a Manolo Portanova, ex giocatore della Juventus e attualmente in forza al GenoaPortanova è stato condannato oggi a 6 anni dal Tribunale di Siena in relazione agli abusi a una ragazza in un appartamento del centro storico, nella notte tra il 30 e il 31 maggio 2021. Condannato alla stessa pena anche lo zio del calciatore. Entrambi avevano scelto il rito abbreviato. Il terzo indagato, che invece ha optato per il rito ordinario, è stato rinviato a giudizio alla fine dell'udienza preliminare.

Portanova e le accuse di stupro di gruppo: offerti 30mila euro alla vittima. «Ma lei ha detto no»

Portanova condannato a 6 anni

Il gup Ilaria Cornetti ha accolto tutte le richieste dell'accusa, sostenuta dal pm Nicola Marini, contro Manolo Portanova. Oltre ai 6 anni di pena, il giudice lo ha condannato anche a una provvisionale di 100.000 euro a favore della ragazza di cui avrebbe abusato, di altri 20.000 euro alla madre della stessa giovane e di ulteriori 10.000 euro all'associazione senese Donna chiama Donna costituitasi parte civile. 

Manolo Portanova ha assistito di persona all'udienza, che si svolge a porte chiuse, accanto ai suoi difensori. «Che cosa devo dire? Sono innocente», ha detto all'uscita del tribunale di Siena. Il giocatore del Genoa, difeso dall'avvocato Gabriele Bordoni, era accompagnato dal padre Daniele. Non ha voluto rilasciare altre dichiarazioni.


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Dicembre 2022, 18:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA