Ossessionato dalla ex: la spiava con binocolo e gps. Fermato mentre provava a farle aprire la porta di casa

Ossessionato dalla ex: la spiava con binocolo e gps. Fermato mentre provava a farle aprire la porta di casa

Ossessionato dalla ex compagna. La seguiva di nascosto, la guardava da lontano, non accettava di essere stato lasciato, così aveva iniziato a pedinarla. Non appagato dalle sue azioni ossessive, un uomo di 40 anni, non voleva perdere di vista la sua ex, neanche quando era lontano, così portava con sè un binocolo per spiarla da centinaia di metri di distanza. E quando gli occhi non bastavano più, la seguiva sul gps dello smartphone. A frenare gli atti persecutori di un uomo, per il quale era già stato disposto il divieto di avvicinamento, sono stati i carabinieri di Adrano, nel catanese.

Abusi sessuali sulle mamme dei pazienti, ex-primario assolto: «Farmaco per il Parkinson alterava i suoi impulsi»

Un'ossessione pericolosa per la donna

Il 40enne, che stando alla misura restrittiva non poteva avvicinare la sua ex, è stato sorpreso mentre suonava con insistenza il campanello di casa della donna, a cui per fortuna non ha risposto nessuno. Segnalata la sua presenza, presumibilmente dalla donna stessa, impaurita dall'ossessione malata del suo ex-compagno, sono intervenuti i carabinieri, che hanno arrestato l'uomo.

Stupro di gruppo, la Cassazione: «Partecipa anche chi assiste e plaude al video»

Subito dopo, la donna, è scesa in strada e ancora una volta ha detto ai militari di essere vittima di atti persecutori da parte dell’uomo, nei confronti del quale ha sporto una nuova denuncia. Nell’auto del 40enne, i carabinieri hanno rinvenuto un binocolo ed un dispositivo gps, con cui è molto probabile che l'uomo seguisse e spiasse ogni spostamento della donna.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Settembre 2022, 09:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA