Mestre, fermata in strada e massacrata di botte per lo smartphone: nigeriano arrestato

Scaraventa a terra e prende per il collo una ragazza per rapinarla del cellulare, a Mestre (Venezia), in via Piave. La ragazza si salva per il sopraggiungere di alcuni passanti e si rifugia in un kebab, l'aggressore viene subito individuato dagli agenti della Polizia locale e arrestato in flagrante: la sera di Natale un sedicente 21enne di nazionalità nigeriana è finito in manette con l'accusa di tentata rapina e lesioni.

Mercedes spezzata in due dal guard rail: un morto e 4 feriti gravissimi FOTO

L'aggressione verso le 22.30: l'attenzione di due radiomobili della Polizia locale, di presidio proprio in zona stazione lungo via Piave, è stata attirata da una giovane, visibilmente tumefatta in volto, che chiedeva disperatamente aiuto perché appena scappata da un'aggressione. In pochi minuti il nigeriano è stato raggiunto, identificato e ammanettato in pochi istanti, rendendolo inoffensivo.


 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Dicembre 2019, 19:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA