Silvio Barina, morto a 55 anni sul divano: era andato a casa dei genitori, malore fatale

Silvio, 55 anni, corre a casa ad accudire i genitori: si stende sul divano e viene colpito da un malore. Trovato morto dalla madre

Corre a casa ad accudire i genitori, si stende sul divano e muore d’infarto. Così è morto Silvio Barina, 55 anni, a Barbariga di Vigonza, in provincia di Padova. L'uomo, che lavorava come saldatore, seguiva gli anziani genitori mattina, sera e durante la pausa pranzo. È successo venerdì. Silvio Barina aveva cenato a casa con la moglie Antonella, sposata 26 anni fa,  poi era andato dai genitori e li aveva aiutati a prepararsi per la notte. Si è poi seduto in poltrona e si è messo a guardare la televisione. E non si è più svegliato. E' stata l'anziana madre che, dopo averlo più volte chiamato perché aveva bisogno di lui, si è alzata e l'ha trovato morto, ancora seduto sulla poltrona con il telecomando in mano.

Allarme hacker, attacchi russi a siti di istituzioni italiane

La compagna Antonella: «La madre a mezzanotte lo chiamava e lui non rispondeva»

 

«Venerdì sera abbiamo cenato insieme dopo che era stato a casa dei suoi genitori, in centro a Vigonza - racconta la moglie Antonella Fantinato, la moglie al Gazzettino - Verso le 23.30 è tornato dai genitori per metterli a letto. Da un anno Silvio si era preso questo incarico che portava avanti con dedizione, costanza e impegno. Da circa quindici giorni i suoi genitori sono caduti e da soli faticano a stare in casa, e così Silvio dormiva da loro da due settimane. Ogni giorno andava avanti e indietro tra casa nostra, il lavoro e la casa dei genitori. E venerdì ha fatto esattamente le stesse cose. Mi è sembrato tranquillo, come al solito, il Silvio di sempre. Verso mezzanotte la madre l'ha chiamato ripetutamente perché aveva bisogno che lui andasse in camera, ma non ha risposto. Allora si è alzata e l'ha trovato in poltrona ma era già morto Dev'essere stato colto da un malore nel sonno». 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Dicembre 2022, 19:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA