Mattino Cinque, bimbo morto a Napoli: «Lo abbiamo visto cadere, accanto a lui c'era una persona»

Mattino Cinque, bimbo morto a Napoli: «Lo abbiamo visto cadere, accanto a lui c'era una persona»

Il bambino morto a Napoli dopo essere precipitato dal balcone è stato visto insieme a un altro uomo. Per ora si sospetta che ad ucciderlo sia stato il collaboratore domestico che lavorava nella casa in cui si trovava insieme alla mamma incinta di 8 mesi. I vicini, intanto, sembrano confermare questa ipotesi. 

 

Leggi anche > Samuele, bambino morto a Napoli. Il video della mamma che lo abbraccia fa il giro degli smartphone: «Non diffondetelo»

 

«All'improvviso abbiamo visto questo bambino cadere», ha detto un vicino che ha assistito alla caduta dal balcone di Samuele dal terzo piano. L'uomo, intervistato da Mattino Cinque riporta scioccato quello che ha visto il giorno in cui il piccolo è morto, poco prima che le autorità arrestassero il 38enne Mariano Cannio, collaboratore domestico della famiglia.

 

«Lui era fuori al balcone con il bambino», ha spiegato il vicino, «come fa un bambino a buttarsi con una ringhiera così alta? Sembrava una scena di un film dell'orrore, poi c'è stato il botto e sangue dapperttutto. L'intero quartiere è sconvolto».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Settembre 2021, 23:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA