Maltempo sul voto, temporale estremo a Napoli: strade come fiumi. Domani scuole chiuse. In Toscana auto bloccate dal fango

Allerta meteo in sette regioni, l'Italia spazzata da forti venti e pioggia

Video

La domenica del voto per le elezioni politiche è nella morsa del maltempo. L'allerta meteo della Protezione Civile, diramata tra gialla e arancione in sette regioni, sta trovando conferma nei temporali torrenziali che stanno interessando l'Italia da Nord a Sud. Violenti temporali si sono abbattuti nella notte sul litorale Romano, a Napoli e provincia una pioggia estrema ha causato allagamenti, mentre in Toscana si è registrata l'esondazione di torrenti minori che hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco per liberare le auto dal fango. 

Maltempo, con la canoa tra le strade allagate: ci sono 40 centimetri d'acqua VIDEO

Mattia morto a 8 anni nell'alluvione, il saluto del papà: «Torneremo a girar in Vespa e tirar baci»

Maltempo in Campania

 

Un forte temporale si è abbattuto su Napoli e su tutta la parte centro-settentrionale della Campania questa mattina. Allagamenti e disagi alla circolazione stradale si sono registrati in molti punti della città, come nel caso della Riviera di Chiaia dove alcuni tratti di strada si presentano completamente allagati. La pioggia che cade ininterrottamente sul capoluogo dalle 9 sta rendendo complicato a molti i seggi elettorali. Su Napoli, isole, Penisola sorrentina e provincia di Caserta dalle ore 6 è in vigore un'allerta meteo di livello arancione e sono previsti temporali anche nel pomeriggio. Ripercussioni anche sul trasporto pubblico.

 

Auto intrappolate nel fango in Toscana

 

Salvate dai pompieri in Toscana persone in auto intrappolate dal fango per l'esondazioni di torrenti minori nel senese. È successo la notte scorsa a Montaperti (Siena), direzione Podere Boscarelli, durante l'ondata di maltempo che ha colpito la regione. Due vetture sono statali investite dalla piena mentre percorrevano strade secondarie. Sempre nel Senese altri interventi dei pompieri ci sono stati per danni d'acqua nei pressi di Colle Val d'Elsa e Poggibonsi. Uno ha riguardato la rimozione di una grande pianta sull'Autopalio Siena-Firenze all'altezza dell'uscita di Colle Sud, dove è stato istituito dalla Polstrada il restringimento carreggiata. Altri due interventi analoghi ci sono stati sempre lungo l'Autopalio nei pressi dell'uscita Badesse e all'altezza di Siena Nord.

Maltempo nelle Marche

In tutte le Marche nella notte pioggia, a tratti anche intensa, ma che non ha creato criticità idrogeologiche o altre problematiche su fiumi e torrenti. Nel Senigalliese (Ancona) e nel Pederese, zone colpite dall'alluvione del 15 settembre scorso che ha causato devastazione, 1luvio2 morti e una dispersa, era particolarmente alta l'attenzione anche in virtù dell'allerta giallata per temporali e vento fino a tutta la giornata di oggi. Stamattina si sono anche aperti sportivi, regolarmente, i seggi per le politiche comprese quelli speciali con moduli per le zone alluvionate tra cui uno a Pianello di Ostra vicino al campo. Finora, tra ieri e oggi, non ci sono stati particolari fenomeni temporalischi, raffiche di vento o grandine: la situazione è rimasta regolare. Le precipitazioni hanno fatto salire le acque il Misa e del Nevola, ma a un livello ancora nella norma, e senza che vi siano state situazioni di emergenza o tali da richiedere interventi di vigili del fuoco o di altri soccorritori. In ogni caso, tre squadre hanno monitorato Misa e Nevola tutta la notte, con i sub pronti a intervenire. Ieri il Comune aveva suggerito, precauzionalmente, ai cittadini di «evitare i locali seminterrati e piano strada e di trascorrere la notte tra sabato e domenica ai piani alti, muovendosi solo per effettive e improrogabili necessità».

Scuole chiuse, arrivano le ordinanze dei sindaci

l maltempo continua a imperversare su Napoli e la Campania e arrivano le prime ordinanze dei sindaci. «In considerazione della proroga dell'allerta meteo e sulla base del monitoraggio delle potenzialità di rischio esistenti - fa sapere il Comune di Napoli - il sindaco Gaetano Manfredi per la giornata di domani lunedì 26 settembre è in procinto di emanare un'ordinanza di chiusura delle scuole che non erano già destinate a seggio elettorale. Ciò allo scopo di tutelare la sicurezza degli studenti e del personale educativo e scolastico. Le scuole destinate a seggio elettorale, sulla base di un programma di sanificazione da svolgere congiuntamente tra Comune e Asl Napoli 1 Centro, riapriranno da mercoledì 28 settembre. A comunicarne la riapertura sarà il dirigente del singolo istituto scolastico». 

I sindaci di Portici, San Giorgio a Cremano, Ercolano e Torre del Greco hanno disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e non, e la stessa misura è stata adottata anche dai sindaci di Afragola, Caivano, Cardito e Giugliano. Uguale decisione è stata presa sull'isola di Ischia dai sindaci di Barano, Forio, Ischia, Lacco Ameno, Serrara Fontana e dal commissario prefettizio che regge il comune di Casamicciola.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Settembre 2022, 14:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA