Lite condominiale finisce in maxi-rissa: 5 denunciati, spunta un coltello. «Poliziotti presi a calci»

Lite condominiale finisce in maxi-rissa: 5 denunciati, spunta un coltello. «Poliziotti presi a calci»

Altro che le riunioni condominali di Fantozzi subisce ancora, in cui il ragionier Ugo si presentava con l'elmetto per proteggersi dalle bastonate sulla testa: una lite per problematiche di vicinato, a Sassari, è finita molto peggio, con cinque denunciati e botte anche ai poliziotti. Gli agenti della Sezione Volanti, ieri sera, sono infatti intervenuti nel quartiere Monte Rosello dopo alcune segnalazioni di una rissa in corso tra tre persone, due delle quali con vistose ferite sul volto.

Pescara, grandinata choc e 20 feriti. Testimoni: «Come un bombardamento»

I poliziotti hanno subito separato i contendenti, due uomini e una donna, che litigavano animatamente tra loro, circondati da un folto gruppo di persone: gli agenti sono riusciti a contenere i tre litiganti e a identificarli, grazie all'aiuto di un'altra pattuglia. Il litigio era scattato tra i tre per motivi di vicinato e aveva coinvolto anche i loro parenti: il genitore di uno dei litiganti, a scopo intimidatorio, aveva mostrato un coltello da macellaio minacciando di utilizzarlo. Quando però è arrivata la polizia, l'uomo ha nascosto in macchina il coltellaccio, che gli è stato poi sequestrato dagli agenti.

 

Inoltre, durante le fasi dell'identificazione, è stato bloccato un giovane che in difesa del padre si è scagliato contro i poliziotti colpendo gli stessi con calci e gomitate. Dopo l'intervento di personale del 118 che ha prestato le prime cure ai feriti, tutti sono stati accompagnati presso gli uffici della Questura e denunciati per rissa. Uno di loro è stato anche segnalato per porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere ed un altro per resistenza a Pubblico Ufficiale. 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Luglio 2019, 22:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA