Influenza, è allarme: 3 milioni di italiani a letto, tra dicembre e gennaio il picco di contagi
di Alessia Strinati

Influenza, è allarme: 3 milioni di italiani a letto, tra dicembre e gennaio il picco di contagi

  • 53
    share
L'influenza metterà a letto oltre 3 milioni di italiani. Sono queste le stime fatte dalla Società italiana di malattie infettive e tropicali, Simit, dopo i primi  numeri registrati nel corso della passata settimana. In questi ultimi sette giorni, infatti, in Italia, 71 mila persone hanno contratto il virus, ma la fase più acuta dell'epidemia deve ancora arrivare. A fine ottobre l'incidenza totale era stata pari a 1,17 casi per 1.000 persone, quindi signifca che i casi sono in aumento.

Meteo, arriva la sferzata artica: crollo delle temperature da lunedì
«Mamma ho mal di testa, faccio un pisolino», Jessica muore a 9 anni per un'emorragia cerebrale

Non sono dati che allarmano particolarmente, visto che si tratta, più o meno, della stessa stima fatta per lo scorso anno. Il picco dell'influenza, come consuetudine, si sfiorerà tra dicembre e gennaio, complici anche le vacanze natalizie, quindi le maggiori possibilità di contagio, ma anche l'abbassamento delle temperature. Massimo Andreoni, docente di Malattie Infettive all'Università Tor Vergata di Roma e direttore scientifico Simit, ha precisato che è comunque difficile fare una stima dei casi in questa fase dell'anno, ma ci sono i presupposti per supporre che il dato non si discosterà da quello dell'inverno 2017-2018.

I virus influenzali intanto accelerano e mettono a letto sempre più italiani, Abruzzo e Piemonte sono le regioni con l'incidenza più alta di casi. Nella fascia di età 0-4 anni l'incidenza dell'influenza è più alta ed è pari a 4,36 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 1,37, nella fascia 15-64 anni a 1,76 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 1,20 casi per mille assistiti. La sorveglianza sentinella della sindrome influenzale InfluNet è coordinata dall'Istituto Superiore di Sanità (ISS) con il sostegno del Ministero della Salute. 
Domenica 18 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME