«Il vaccino anti Covid non rende sterili»: uno studio smentisce le ultime bufale in circolazione
di Ida Di Grazia

«Il vaccino anti Covid non rende sterili»: uno studio smentisce le ultime bufale in circolazione

Il vaccino anti Covid non rende sterili, uno studio smentisce le ultime bufale in circolazione. La notizia che è iniziata a circolare nei mesi scorsi sulla rete è stata smentita da un’équipe di ricercatori della University of Miami, che si è concentrata in particolare sull’infertilità maschile senza rilevare alcun effetto collaterale dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna.

 

Leggi anche > Vaccini, Aifa approva Moderna per la fascia d'età 12-17 anni

 

«Il nostro studio ha mostrato che i vaccini a mRna, Pfizer-BioNTech e Moderna, sembrano essere sicuri per il sistema riproduttivo maschile», ha spiegato su "The Conversation" Ranjith Ramasamy, primo autore del lavoro e direttore del programma di urologia riproduttiva alla Miller School of Medicine della University of Miami. I Centers for disease control and prevention (Cdc) statunitensi hanno dunque smentito qualsiasi legame tra vaccino anti Covid e sterilità sottolineando che «al momento non esistono prove che problemi di fertilità maschile e femminile siano effetti collaterali di alcun vaccino, tra cui anche quelli contro Covid»

 

«Contrariamente alle voci che circolano sui social media – afferma ancora Ramasamy – i vaccini contro Covid-19 non causano infertilità maschile né sterilità. È piuttosto l’infezione da Sars-CoV-2 a rappresentare un possibile fattore di rischio per entrambi i disturbi. Sebbene su questo aspetto non abbiamo ancora a disposizione prove solide e definitive, esiste qualche indizio preoccupante».  Analizzato i tessuti testicolari di sei uomini morti in seguito a infezione da Covid-19 l' equipe di Ramasamy ha trovato tracce del virus e evidenziato che in tre di loro il numero di spermatozoi era inferiore ai valori normali.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio 2021, 12:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA