Hotel Rigopiano, il papà di una delle vittime adotta un cucciolo salvato dalla valanga

Hotel Rigopiano, il papà di una delle vittime adotta un cucciolo salvato dalla valanga

A oltre un anno dalla tragedia avvenuta a Rigopiano parla il papà di una delle vittime. Mario Tinari ha perso la figlia Jessica sotto le macerie dell'hotel travolto dalla valanga. La ragazza era in vacanza con il fidanzato, Marco Tanda, anche lui morto il 18 gennaio 2017.
 


In quei giorni di attesa e angoscia, Mario ricorda il salvataggio di alcuni cani, tre cuccioli di pastore abbrizzese, così, per provare a colmare il vuoto profondo della sua perdita ha deciso di adottarne uno. Sperava di poter far trovare il cucciolo alla figlia quando sarebbe tornata, ma purtroppo le cose sono andate diversamente. «Ho pensato subito di adottarne uno per farlo trovare a Jessica quando sarebbe tornata. Purtroppo così non è stato ma il cucciolo l'ho voluto adottare lo stesso», così il papà racconta a FanPage.

Oggi il cucciolo ha poco più di un anno e i due sono inseparabili: «E' un cane buono, ma quando gioca non si rende conto della sua mole».Golia, questo il nome scelto per il cucciolo, è grande e giocherellone e ha riempito, almeno in pare, la vita distrutta di un papà che non ha più la figlia con sé. 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Marzo 2018, 12:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA