Discoteche aperte al 35%. Speranza: «Salute al primo posto». Salvini: «Almeno il doppio della capienza»

Discoteche aperte al 35%. Speranza: «Salute al primo posto». Salvini: «Almeno il doppio della capienza»

Manca ancora un accordo nella maggioranza. C'è attesa per il Consiglio dei ministri

«In questi mesi abbiamo sempre messo avanti il diritto alla salute». Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine del 78/o congresso Fimmg a Villasimius, sulle discoteche al 35% di capienza. «Non dimentichiamoci dove eravamo e dove siamo ora - dice - l'Italia mesi fa aveva un numero di limitazioni enorme, oggi possiamo permetterci una serie di aperture e possibilità che prima erano lontane. Continuiamo con gradualità in questo percorso. Non dobbiamo leggere ogni passaggio come la fotografia di un istante. E continuiamo a dire con forza che le libertà ottenute son merito di una campagna vaccinale straordinaria».

 

Discoteche, la riapertura si complica. Fedriga: «Capienza al 35% è impossibile». Domani in arrivo il decreto in Cdm

 

Di parere contrario Matteo Salvini. Per l'ex ministro dell'Interno, riaprire le discoteche al 35 per cento di capienza «è una follia, non riaprono neanche i locali. Almeno il doppio di capienza, se tu chiedi il green pass e quindi chi entra è vaccinato o tamponato tu riapri al cento per cento. Questo vale per i cinema, i musei, gli stadi, gli uffici, tutti». Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite di 'Non stop news' su Rtl 102.5. «Se tu chiedi il green pass, quindi chiedi sicurezza -ha ribadito il leader del Carroccio- in cambio restituisci lavoro. Quindi dove ci sono le aperture devono essere in sicurezza e totali»


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Ottobre 2021, 11:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA