Concorsi, beffa per 86mila idonei: graduatorie scadono a settembre. «Non saranno più assunti»

Concorsi, beffa per 86mila idonei: graduatorie scadono a settembre. «Non saranno più assunti»

Potrebbe avere i giorni contati il sogno di un posto fisso per oltre 86mila persone considerate idonee ai concorsi pubblici, che da tempo aspettano di essere assunte: se infatti i vincitori dei concorsi (circa 3mila persone) prima o poi saranno presi dalle amministrazioni, è diverso invece il discorso per gli idonei, secondo quanto emerge dal portale del ministero dedicato al monitoraggio delle graduatorie. In questi casi infatti la presa in servizio non è un dititto, ma solo una possibilità.

Meteo, addio caldo africano: maltempo dal weekend. «L'autunno inizierà il 1° settembre»

In lizza ce ne sono appunto 86mila, ma a fine settembre scadono le graduatorie 2010-14 (quelle precedenti al 2010 non sono già più valide): come stabilito dalla scorsa legge di Bilancio, restano in piedi solo quelle approvate dal 2010 al 2013 ma gli idonei per essere pescati da queste liste devono passare un «esame-colloquio» e partecipare a corsi di formazione obbligatori. Per le graduatorie del 2014 invece non ci sono filtri ma la deadline resta fissata al mese prossimo, settembre 2019.



Man mano andranno a morire anche i concorsi degli anni successivi. Ecco che le liste del 2015 finiranno il 31 marzo del 2020, quelle del 2016 il 30 settembre del 2020. Fino ad arrivare alla durata considerata standard: di tre anni. Funziona così per le graduatorie datate 2019. Tornando al monitoraggio tenuto dal ministero della P.a, gli enti che risultano registrati sono 2.016, quindi solo una parte.

Sempre in base a quanto comunicato dalle amministrazioni, che hanno tutte l'obbligo di aggiornare lo stato dei concorsi tramite il portale realizzato, le graduatorie da cui pescare sono 8.364. Il totale dei posti messi a bando è pari a 20.350. Al momento 16.913 vincitori sono già dentro. E sono dentro anche 107.925 idonei, ovvero coloro che pur passando tutte le prove non hanno ottenuto un punteggio tale da stare tra i vincitori (per cui restano da regolarizzare ancora 3.079 posizioni). Per loro il posto è assicurato, anche se i tempi sono un'incognita. Gli idonei invece, che sono precisamente 86.462, vivono nell'incertezza ma da settembre, per una parte di loro, potrebbe palesarsi l'amara certezza di non essere assunti.

Giovedì 22 Agosto 2019, 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA