La clochard va in carcere: «Rubava cibo al supermercato». Ma sul conto ha 400mila euro

La clochard va in carcere: «Rubava cibo al supermercato». Ma sul conto ha 400mila euro

Vive da clochard, senza una casa e mangiando alle mense dei poveri, ma sul conto ha 400mila euro: avete letto bene, non 4mila euro, non 400 e nemmeno 4 euro, ma 400mila euro. La protagonista di questa storia, raccontata dal quotidiano La Stampa, è una donna di 79 anni, fermata dai carabinieri in provincia di Imperia, che le hanno trovato addosso un estratto conto delle Poste in cui risultava appunto intestataria di un conto corrente su cui si trova l’enorme cifra.

Imprenditore trovato morto in un autosalone: Massimo si è impiccato, aveva 40 anni

La donna era ricercata dai carabinieri che dovevano comunicarle un ordine di carcerazione per via di una condanna: la 79enne aveva infatti preso un mese di carcere per un furto di cibo per la modica cifra di 50 euro. Inizialmente i carabinieri pensavano si trattasse di una semplice senzatetto senza denaro e spinta a rubare dalla fame, ma la scoperta de documento ha indotto i militari a chiederle perché lo fa.

Sempre secondo La Stampa, la donna avrebbe spiegato che il conto e il denaro sono suoi, ma preferisce vivere in quel modo, cioè da vagabonda: la scelta però le è costata il carcere, dato che - essendo senza fissa dimora - nonostante l’età avanzata non può scontare la pena agli arresti domiciliari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA