Cane legato e fatto affogare con le pietre nel lago di Garda. Il sindaco: «Una vergogna assoluta» FOTO

Lago di Garda, cane legato e fatto affogare con le pietre. Il sindaco di Torri del Benaco: «Una vergogna assoluta»

È stato fatto affogare con delle pietre legate al corpo. È l'orribile vicenda di un cane, ritrovato senza vita a Torri del Benaco, paese sulla sponda veronese del lago di Garda. Dopo la segnalazione di un passante, la Polizia Locale e i vigili del fuoco hanno recuperato in acqua l'animale, senza microchip. «Una vergogna assoluta», ha commentato il sindaco Stefano Nicotra, dopo che il Comune aveva pubblicato le foto choc sulla pagina Facebook. 

 

 

Leggi anche - Precipita nel vuoto mentre lavora sul tetto: morto operaio di 56 anni

 

«Il cane - continua il primo cittadino - era sprovvisto di chip e chi ha compiuto il gesto lo ha fatto con consapevolezza. Non ci sono scusanti. Se non si riesce più ad accudire un animale ci sono le associazioni a cui rivolgersi che possono prendersene cura o dare un aiuto - ha concluso -. Questo fatto mi mette una grande tristezza».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 30 Settembre 2021, 21:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA