Stefania Sandrelli choc: «Rifiutai un calciatore della Lazio che voleva fare sesso, mi picchiò a sangue»

La rivelazione choc dell'attrice: "Lui è morto qualche anno fa, era il fidanzato di una mia carissima amica"

Stefania Sandrelli choc: «Rifiutai un calciatore della Lazio che voleva fare sesso, mi picchiò a sangue»

«Un calciatore della Lazio, morto qualche anno fa, una volta voleva fare sesso con me, ma lo rifiutai e lui mi spaccò la faccia». Una rivelazione agghiacciante, quella di Stefania Sandrelli.

Stefania Sandrelli e la crisi con il compagno: «Giusto lasciarci, la mia vita professionale sta per finire»

Stefania Sandrelli star a Venezia

L'attrice, alla Mostra del Cinema di Venezia, è tra i protagonisti assoluti. Non solo per la presentazione del film Acqua e anice, di cui è protagonista, ma anche per ricevere il Premio Bianchi del Sindacato nazionale giornalisti cinematografici. «Non mi piacciono le saghe, i filoni. Ho sempre preferito fare film originali, amo le sorprese e ho sempre cercato di fare slalom», ha spiegato l'attrice, in un'intervista a La Repubblica. Stefania Sandrelli interpreta Olivia, una donna vittima di violenza e rivela: «Anche io sono stata una vittima».

Emma Marrone filmata durante i funerali del papà Rosario: «Avete offeso la nostra dignità». Poi, la frase sui vaccini

Stefania Sandrelli e la violenza dopo il rifiuto

L'episodio risale a parecchi anni fa. «Ho avuto un'esperienza terribile con un calciatore della Lazio, morto qualche anno fa. Era il fidanzato di Gigliola, una delle mie migliori amiche, che mi ospitava a casa sua. Mi disse: "Ti accompagno io, andiamo con due macchine". Non potevo immaginare cosa sarebbe successo» - rivela Stefania Sandrelli - «Mi viene incontro e mi dice "Ti aspetto in cabina", realizzo che si aspettava di fare sesso e io non volevo, nel modo più assoluto. In quella cabina mi ha picchiato a sangue, mi ha rotto la faccia, le ossa, mi ha gonfiato gli occhi. Ero più morta che viva. Quando confessai a Gigliola piangemmo insieme, per non farmi vedere mi rinchiuse in una specie di cantinato. Poi chiamò i carabinieri e da allora lei non l'ha mai più visto. Era una cosa pazzesca, che avevo rimosso».

Sophie Codegoni si sposa, la proposta di Alessandro Basciano è da favola: commozione sul red carpet

Stefania Sandrelli tra Venezia e vita sentimentale

Nel corso dell'intervista, oltre alla drammatica e agghiacciante rivelazione, Stefania Sandrelli parla del nuovo film e della propria vita sentimentale. «Per Acqua e anice abbiamo lavorato tutti i giorni per poco più di un mese, in Emilia-Romagna. Olivia era un ruolo che mi calzava: una donna forte e libera, piena di voglia di vivere, nonostante la violenza subita» - spiega l'attrice - «L'amore con Gino Paoli? Pur non conoscendo Anna Fabbri, ci rispettavamo a vicenda. Io non volevo sposarlo, lui era tutto dedicato a me. Mi faceva leggere libri e Linus, passavamo ore a farci grasse risate. Eravamo tutti e due porcelli in ogni senso, esuberanti, anche come palato. Per me, per fortuna, è il desiderio e non il bisogno a prevalere». E sul compagno storico, Giovanni Soldati, Stefania Sandrelli dice: «Non sono pronta, ma se qualcuno mi volesse far essere pronta, anche Giovanni, eccomi qua». Una buona notizia, dopo le voci di crisi confermate poco fa anche dalla diretta interessata.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 9 Settembre 2022, 21:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA