Parigi, dadi da brodo al posto dei preziosi: finta principessa degli Emirati rapina gioielleria

Dadi da brodo al posto dei preziosi: finta principessa degli Emirati rapina gioielleria nel cuore di Parigi
Dadi da brodo preziosissimi. Una finta principessa emiratina ha infatti messo a segno una rapina milionaria in una delle più famose gioiellerie di Parigi, sostituendo preziose parure con i prodotti industriali per fare il brodo. Il valore della merce sottratta è di oltre un milione e mezzo di euro, la rapina è avvenuta nella centralissima e iperchic rue Saint-Honoré.

Mercoledì sera intorno alle 21, secondo l'emittente Lci, una donna che si è spacciata per principessa proveniente dagli Emirati Arabi Uniti è entrata da 'Ermel' e con aria da ricca dignitaria ha chiesto per oltre un'ora che le venissero mostrate le parure più belle. Scelti i gioielli, ha chiesto al commesso di metterli da parte in uno scrigno, ché l'indomani sarebbe ripassata a saldare il conto. È a quel punto che avrebbe messo in atto il furto con destrezza, degno dei migliori "Caper movie", i film da "colpo grosso": facendo finta di parlare al telefono col marito avrebbe approfittato della distrazione del gioielliere e messa in modo da non poter essere vista, ha sottratto le gioie e le ha sostituite con un abile gioco di mani e grazie all'intervento di una complice. 

Prima di chiudere, la commerciante ha sistemato lo scrigno nella cassaforte, dopo aver concordato con la cliente il pagamento dei gioielli per l'indomani. Ma ieri la gioielliera non avendo ricevuto nulla è andata a riaprire lo scrigno per riporre le parure al loro posto. Invece dei gioielli ha trovato quelli che in un primo momento le sono sembrati cioccolatini, ma poi si sono rivelati essere dadi da brodo.

Ultimo aggiornamento: Venerdì 2 Agosto 2019, 18:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA