Nato senza pene, fa sesso per la prima volta e collassa al suolo
di Simone Pierini

Nato senza pene, fa sesso per la prima volta e collassa al suolo

Andrew Wardle, 45 anni, è nato senza pene, complice una rara condizione chiamata estrofia vescicale. Si è operato e ha ottenuto un pene bionico, realizzato dall'estrazione di tessuti di pelle dal braccio. Finalmente è riuscito a perdere la verginità con la sua fidanzata, ma quando ha fatto sesso per la prima volta è collassato al suolo. La storia è riportata dal The Sun.

Penetrazione dolorosa, il dramma di Lara con il sesso: «Ho un fidanzato, ma ci teniamo la mano»

Nadia Toffa pubblica questa foto su Instagram: «Oggi è un giorno magico, succede ogni mille anni». Il post nasconde un segreto



Ha speso ben 50mila sterline per ricostruire l'organo mancante. Si è operato ben quattro volte e ha affrontato momenti di estremo dolore nella fase di riabilitazione. Pochi giorni dopo aver perso la verginità, la sua partner terrorizzata lo ha trovato sdraiato sul pavimento e lo ha portato di corsa all'ospedale. È rimasto privo di sensi per cinque giorni e i chirurghi saranno costretti a rimuovergli la cistifellea.

L'uomo senza pene che ha avuto 100 donne: "Prima mi nascondevo, ora ho una fidanzata"

«È stato terrificante - racconta la donna - La più grande preoccupazione dei medici era che il danno fosse stato causato dal sesso». Il suo addetto stampa Barry Tomes in seguito ha rivelato che l'uomo è collassato a causa di un problema di calcoli, ma è ancora da stabilire se le cause siano derivate dall'atto sessuale.



Descrivendo la sua prima volta Andrew Wardle ha detto: «La mia partner aveva prenotato un romantico viaggio ad Amsterdam per il mio compleanno, ho dovuto testare la funzione del mio pene bionico ogni mattina e sera e lasciarlo eretto per 20 minuti. Quindi una mattina, due giorni prima che andassimo via, è successo. È stato bello e naturale ed è così che volevo che fosse».
Giovedì 27 Settembre 2018, 19:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA