Litiga con la moglie e spara in faccia al figlio di 2 anni: «Gli ha portato via metà del volto»
di Alessia Strinati

Litiga con la moglie e spara in faccia al figlio di 2 anni: «Gli ha portato via metà del volto»

Litiga con la moglie e per vendetta spara in faccia al figlio. Michael Glance, 32 anni, è accusato di aver tentato di uccidere il piccolo Ryker Glance, 2 anni, dopo avergli sparato in faccia. L'uomo si trovava insieme alla sua famiglia dentro la vettura quando ha inziato a discutere animatamente con la moglie.

Suo marito si abbona ad un canale porno: lei lo uccide a colpi di pistola. «Un affronto a Dio»



Erano fuori dalla loro casa a Blackman Township, nello Stato USA del Michigan, quando lui ha perso le staffe e ha puntato la pistola contro il bambino esplodendo un colpo in piena faccia. Fortunatamente la pistola si è inceppata e ha lasciato il tempo alla mamma di nascondere nel sedile posteriore il bambino prima di fuggire. Come riporta anche il Daily Mail, l'uomo è però tornato dopo pochissimo tempo con un fucile e ha sparato un secondo colpo, colpendo il piccolo sul volto.

Il bambino è stato subito portato in ospedale in garvissime condizioni, visto che metà della sua faccia era stata strappata via. Il padre invece è finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio e possesso irregolare di armi da fuoco.
Mercoledì 24 Aprile 2019, 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA