Il suo migliore amico la invita a passare la sera insieme, lei rifiuta e viene stuprata e uccisa
di Alessia Strinati

Il suo migliore amico la invita a passare la sera insieme, lei rifiuta e viene stuprata e uccisa

Il suo amico le chiede di trattenersi a casa, lei rifiuta e viene violentata.  Keeley Bunker, 20 anni, è stata violentata e uccisa dal suo migliore amico, Wesley Streete, suo coetaneo. Il ragazzo le aveva chiesto di restare insieme per tutta la notte, ma la giovane aveva rifiutato scatenando così l'ira di quello che sarebbe dovuto essere per lei un amico fidato.

Leggi anche > «Naya Rivera morta per salvare il figlio di 4 anni. Poi ha finito le forze»: il corpo dell'attrice di Glee ripescato dal lago



Il corpo della ragazza è stato ritrovato l'indomani, seminascosto dai rami, nel Wiggington Park, nello Staffordshire, nel Regno Unito. Pare che la violenza sia scoppiata dopo il rifiuto di lei che non avrebbe accettato di passare la notte con l'amico. Il ragazzo le aveva chiesto di stare insieme, lei però, ritenendolo solo un amico si è rifiutata e ha risposto che voleva tornare a casa sua subito.

A quel punto è scoppiata la violenza del 20enne, che l'ha prima violentata e poi uccisa. A scoprire il corpo senza vita della ragazza è stato lo zio, dopo che ha iniziato a cercarla visto che non aveva da diverse ore notizie della nipote. Nel parco ha trovato prima il telefono poi il corpo di Keeley con i vestiti strappati. Probabilmente la ragazza sarebbe morta dopo essere stata strangolata. Ora il suo carnefice sta subendo il processo per l'accusa di stupro e omicidio. 
Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Luglio 2020, 23:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA