Allergico al sole, la sua pelle frigge. Alex trova la soluzione che gli salverà la vita
di Simone Pierini

Allergico al sole, la sua pelle frigge. Alex trova la soluzione che gli salverà la vita

Alex, 25 anni, è allergico ai raggi ultravioletti. Come esce di casa ed entra in contatto con la luce del sole la sua pelle inizia letteralmente a friggere. Una condizione che lo ha tenuto segregato o in casa o costretto ad uscire con protezioni di ogni tipo, incubato in plastiche speciali e altri sistemi che gli hanno condizionato, e di molto, la possibilità di una vita normale. 

Allergica al sole per una rara malattia, 18enne sfida i raggi UV per il giorno del diploma

l pacchetto di noccioline è chiuso male, bambino di 2 anni ha una grave reazione allergica​



Mangia un kebab in un centro commerciale, 15enne muore poco dopo

La sua malattia si chiama xeroderma pigmentosa e lo rende 10.000 volte più sensibile ai danni UV rispetto a una persona normale. Ma adesso l'inventore Zoe Laughlin ha escogitato una soluzione per far uscire Alex durante il giorno e salvargli così la vita. Ha presentato ad Alex una maschera che rappresenta una seconda pelle basata sulla sua stessa somiglianza. 

A dare la notizia al mondo è la Bbc che ha pubblicato un servizio riguardo la storia di Alex. Ci sono voluti due mesi per costruire la maschera di Alex con i produttori di protesi che stampavano un modello 3D del suo volto usando migliaia di immagini. È stato creato uno stampo in silicone dopo che il modello 3D è stato collocato in un calco in gesso. Il silicio è il materiale ideale in quanto respinge e non assorbe i raggi ultravioletti, e risulta abbastanza sicuro da consentire ad Alex di evitare danni alla pelle.
 


«Non pensavo che sarebbe stato possibile». Ha detto Alex mostrando tutta la sua gioia. Sua madre Anna è sulla stessa lungezza d'onda: «Sono sbalordita, sono felice che tu abbia provato qualcosa che non è mai stato fatto prima», ha detto rivolgendosi al figlio
Lunedì 30 Luglio 2018, 16:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA