Marchionne morto per un attacco cardiaco: «Complicazioni inattese». Il giallo dell'orario

Marchionne morto per un attacco cardiaco: «Complicazioni inattese». Il giallo dell'orario

Sergio Marchionne è morto per attacco cardiaco, nella clinica di Zurigo dove era stato sottoposto ad un intervento alla spalla destra: lo rivela l'ANSA, che parla di complicazioni «inattese» che hanno portato ad un arresto cardiaco. Portato in rianimazione, non era attaccato alle macchine in modo sistematico. Lì ha avuto un nuovo attacco cardiaco che lo ha portato a morte naturale.

Da giorni c'era una coltre di riserbo sulle ultime ore di vita di Sergio Marchionne, l'ex amministratore delegato di Fca morto questa mattina: l'Ospedale Universitario di Zurigo, interpellato dall'Ansa tramite una portavoce, continua a non comunicare alcun tipo di informazione sulla vicenda. La degenza di Marchionne presso la struttura non è peraltro mai stata confermata.

Marchionne, la vignetta scatena le polemiche social: «Non sto morendo, sto solo delocalizzando».

Alla domanda su quando sia avvenuto il decesso è stato replicato allo stesso modo anche se, verso le ore 11, un elicottero rosso del Soccorso Svizzero è stato visto abbandonare l'Ospedale che sorge sulla collina di Zurigo, senza peraltro essere stato visto arrivare prima. A quanto si era appreso, fino a poco prima delle 10, le condizioni di Sergio Marchionne erano «gravi e stabili» e così si sarebbero mantenute fino all'ultimo.
Mercoledì 25 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME