Manovra, Mattarella firma la legge di Bilancio: flat tax, assegno per i figli, quota 103. Tutte le novità

Video

di Alessandra Severini

La manovra di bilancio assume la sua forma pressoché definitiva con la bollinatura della Ragioneria dello Stato e la firma del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Gli articoli in totale salgono a 174 contro i 156 dell’ultima bozza. Ora i margini di correzione saranno pochissimi e infatti nel vertice di maggioranza riunito ieri pomeriggio la premier ha chiesto ai suoi di ridurre il numero di emendamenti. Rimangono dei malumori soprattutto in Forza Italia che non ha gradito l’incontro di ieri fra Meloni e il leader del terzo Polo Carlo Calenda. Il sospetto fra gli azzurri è che i moderati di Azione e IV abbiano promesso una stampella alla premier contro eventuali sgambetti degli alleati.

Manovra, restano il limite a 60 euro per il Pos e il tetto di 5.000 ai contanti. Il testo bollinato

Manovra, Calenda: da Meloni tanto ascolto. E' molto preparata

Le misure

 

POS. L’obbligo di accettare i pagamenti digitali con carta e bancomat, senza incorrere in sanzioni, resta fissato a 60 euro. Su questa norma pesa però il giudizio dell’Unione europea e dunque non è escluso che possa subire modifiche nel corso del passaggio parlamentare. E non è passato inosservato il monito del presidente Mattarella che ha ricordato come «l’evasione fiscale sia un problema grave» e come questo tema sia «sottolineato nel Pnrr con molta concretezza e molte indicazioni». Nella manovra però è rimasta anche la norma che alza a 5.000 euro il tetto al contante.

VOUCHER. Si conferma la reintroduzione dei voucher per le prestazioni occasionali, con tetto che viene raddoppiato dai 5mila euro della legge Fornero a 10mila euro.

ASSEGNO FIGLI. Incremento del 50% dell’importo erogato nei primi 12 mesi di vita del figlio. Incremento del 50% anche per i bimbi fino a 3 anni ma solo per le famiglie con 3 o più figli e Isee inferiore a 40mila euro.

SPENDING REVIEW. Si conferma anche la parte che riguarda la spending review che ammonterà per il prossimo anno a 140 milioni. I tagli maggiori, pari a 25 milioni, riguarderanno l’Agenzia delle Entrate ma la sforbiciata colpirà anche le carceri e le intercettazioni.

CYBERSECURITY. Arrivano due nuovi fondi per finanziare l’autonomia tecnologica e innalzare i livelli di cybersicurezza dei sistemi informativi.

FLAT TAX. confermato l’ innalzamento della soglia da 65mila a 85mila euro per gli autonomi.

PENSIONI. Rivisto il meccanismo di indicizzazione che sarà parziale per quelle più alte. Le minime arrivano a 600 euro. Per l’uscita anticipata servono 41 anni di contributi e 62 di età e c’è comunque un tetto all’assegno. Reso più stringente anche l’accesso a Opzione donna.

ENERGIA. Confermato il pacchetto energia con i crediti d’imposta che salgono dal 30 al 35% per le pmi e dal 40 al 45% per le grandi aziende. Rafforzato il bonus sociale con soglia Isee da 12mila a 15mila euro.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Novembre 2022, 09:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA