Da Barchi a Vogel, l'arte osé in collettiva per il progetto a sostegno dello sviluppo in Madagascar: Maya Contemporanea Roma
di Elena Benelli

Da Barchi a Vogel, l'arte osé in collettiva per il progetto a sostegno dello sviluppo in Madagascar: Maya Contemporanea Roma

Si apre mercoledì 10 marzo 2021 “XXX X MADAGASCAR”, collettiva che la galleria Maja Arte Contemporanea di Roma , insieme all’artista Ria Lussi, dedica a supporto di Stefano Project Onlus, progetto di sviluppo globale nella piccola isola di Nosy Komba, nel nord del Madagascar.

L’urgenza di “prenderci cura gli uni degli altri e del creato” a favore dei più fragili - come indicato da Papa Francesco nella sua Enciclica “Laudato Si’” -  è più che mai evidente in questi tempi segnati dal Covid-19.

Per iniziativa della gallerista Daina Maja Titonel e dell’artista Ria Lussi, che mette a disposizione la sua collezione personale degli amici e artisti Enzo Ragazzini, Dirk Vogel, Enzo Barchi, Alessandro Valeri e la partecipazione di tre artisti della galleria Pierre-Yves Le Duc, Angela Maria Piga e Anna Di Paola, si propone un gruppo di opere “erotiche”, che auspicabilmente risveglieranno le coscienze, dopo il lungo letargo invernale.

In mostra due grandi porno-grafie di Enzo Ragazzini, una cianografia di fanciulla silvestre della giovanissima Anna Di Paola.

La serie de l’Acrobata russa di Alessandro Valeri, il dipinto “9 muse e 9 poeti” di Pierre-Yves Le Duc, le sculture sottilmente ammiccanti di Angela Maria Piga e di Enzo Barchi, i seducenti corpi di uomo di Dirk Vogel, e per finire “Out of the Blue”, opera storica di Ria Lussi.

Il ricavato della vendita delle opere sarà interamente devoluto all’organizzazione no profit “Stefano Project Onlus”, attiva da oltre trent’anni in Madagascar, la cui straordinaria realtà su www.weworkitworks.org.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 9 Marzo 2021, 16:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA