Coronavirus, leoni fuori per costringere i russi a restare a casa: la bufala e la foto ritoccata

Coronavirus, leoni fuori per costringere i russi a restare a casa: la bufala e la foto ritoccata

Cinquecento leoni rilasciati dalla Russia per scoraggiare i trasgressori della quarantena in tempi di coronavirus? L'immagine di un felino circola sul web e su molti media internazionali, ma la notizia si è rivelata una bufala. Tante sono le fake news diffuse in piena emergenza che - complice l'isolamento forzato - rimbalzano sugli smartphone di chiunque.

Leggi anche > Domenica In, Fedez in studio senza Chiara Ferragni, bufera sul web: «Non si può sprecare ad apparire»

Qualcuno ha modificato uno screenshoot che mostra un leone in strada e il logo di RaiNews24. «La Russia rilascia 500 leoni in strada per garantire il rispetto della quarantena», si legge sulla stringa dedicata ai titoli delle notizie e all'ultim'ora. Il meme è partito dai social, ma non sono mancate le persone che lo hanno preso sul serio, soprattutto trattandosi di Vladimir Putin. 


I russi però non sono corsi a questi rimedi estremi per costringere i cittadini a restare a casa e l'immagine si riferisce a un'altra notizia e a un altro Paese. La foto è stata condivisa anche su media internazionali spingendo conduttori e giornalisti a creare il dubbio nei telespettatori, come riporta Metro. 
 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Marzo 2020, 15:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA