L'ape più grande al mondo non si è estinta: ritrovata dopo 38 anni, è lunga quanto un pollice
di Silvia Natella

L'ape più grande al mondo non si è estinta: ritrovata dopo 38 anni, è lunga quanto un pollice

Imbattersi nell'ape più grande al mondo è uno degli incubi peggiori di molte persone. A più di 38 anni dall'ultimo avvistamento, è stata ritrovata la specie di Wallace (Megachile pluto), soprannominata Bulldog. Gli esperti credevano che si fosse estinta e invece è stata catturata in Indonesia, come riporta la stampa anglosassone.  

Nasce il Super Dna, aiuterà a riconoscere forme di vita aliena

Con i suoi cinque centimetri - più o meno quanto un pollice - è probabilmente uno degli insetti volanti più grandi del mondo. L’esemplare è stato ritrovato in un tronco cavo nelle isole indonesiane delle Molucche del Nord. «È stato assolutamente mozzafiato vedere questo “bulldog volante”, un insetto che eravamo sicuri non esistesse più. - ha detto il fotografo Clay Bolt -  Vedere realmente quanto è bella e grande la specie nella vita, sentire il suono delle sue ali giganti che tremano mentre volava oltre la mia testa, è stato semplicemente incredibile».

L’ape gigante è stata scoperta e identificata nel 1858 dall’esploratore e naturalista britannico Alfred Russel Wallace nell’isola tropicale indonesiana di Bacan.  Nel 1981 Adam Messer, un entomologo americano, la riscoprì su tre isole indonesiane. Poi scomparve. Quello fotografato è l'unico esemplare rinvenuto al momento. 
Venerdì 22 Febbraio 2019, 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA