L'iPhone fa la spia e denuncia quanto siamo iPhone-dipendenti. Arriva il contatore che smaschera l'uso quotidiano dello smartphone
di Mario Fabbroni

L'iPhone fa la spia e denuncia quanto siamo iPhone-dipendenti. Arriva il contatore che smaschera l'uso quotidiano dello smartphone

L'iPhone ora fa la spia e "denuncia" quanto tempo trascorre il suo "proprietario" a smenettare proprio sullo stesso iPhone. Come dire che lPhone svelerà quanto ci ha reso dipendenti da smarthone. Apple ha infatti in programma di equipaggiare smartphone e tablet con contatori di ore e minuti trascorsi ogni giorno a parlare, scrivere messaggi, navigare sul piccolo schermo mobile. La novità è solo una di quelle attese alla Worldwide Developers Conference, la conferenza annuale degli sviluppatori della Mela che prenderà il via lunedì 4 giugno con il Ceo Tim Cook sul palco. Stando a quanto riferito da Bloomberg, gli ingegneri di Apple hanno lavorato a un'iniziativa chiamata «Digital Health» (salute digitale), da cui sono nati alcuni strumenti per monitorare sia il tempo complessivo trascorso con lo smartphone in mano, sia quello passato sulle singole app. Apple non è l'unico colosso hi-tech a voler promuovere un uso responsabile - almeno quantitativamente - della tecnologia. Google nelle scorse settimane ha annunciato che la prossima versione del suo sistema operativo per smartphone e tablet, Android «P», avrà uno strumento di gestione del tempo trascorso sulle app. Gli utenti potranno impostare il limite d'uso di una applicazione, e saranno avvisati quando lo superano. Instagram, dal canto suo, ha fatto sapere che introdurrà un proprio «cronometro». I contatori di Apple debutteranno con l'arrivo di iOS 12, l'aggiornamento del sistema operativo di iPhone e iPad, che dovrebbe portare anche una novità più tangibile.




Stando alle indiscrezioni, il melafonino potrebbe essere usato per sbloccare l'uscio di casa e la porta della stanza d'albergo, per aprire la portiera dell'auto e per pagare il biglietto su bus e treni. A renderlo possibile la tecnologia Nfc presente su iPhone, che Apple vorrebbe mettere a disposizione degli sviluppatori per ampliarne gli utilizzi. Alla conferenza saranno svelati anche gli aggiornamenti dei sistemi operativi dell'Apple Watch e dei computer Mac, su cui dovrebbe esserci una maggiore integrazione con l'assistente vocale Siri. In forse, invece, la presentazione di nuovi prodotti. Secondo alcune voci, Cupertino è al lavoro su un paio di nuovi orologi, con sensori migliori per la salute e uno schermo più ampio. Sul fronte dei pc portatili, in cantiere c'è un refresh del MacBook e del MacBook Pro, con processori più potenti, insieme a una macchina più economica, ma il tutto dovrebbe essere pronto solo tra qualche mese. Anche un iPad Pro ridisegnato è tra i progetti ma la sua presentazione potrebbe slittare. Possibile poi il lancio di uno speaker HomePod meno costoso e magari a marchio Beats, di proprietà di Apple. Molto improbabile, infine, un nuovo iPhone, dispositivo che da prassi è svelato in autunno. Qualche rumor ventila tuttavia l'ipotesi di un iPhone SE 2 da 4 pollici, scocca in vetro e dimensioni più compatte rispetto al predecessore. 
Sabato 2 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME