Sarri esonerato dalla Juve, Inzaghi e Zidane in pole. Il club: infondate voci allontanamento Paratici

video
Maurizio Sarri è stato esonerato dalla Juventus. Poco prima delle 15.00 l'annuncio ufficiale del club. Fatale l'eliminazione dalla Champions contro il Lione di ieri sera. Durante questa stagione - la prima e ultima, alla guida della squadra campione d’Italia - Sarri ha condotto la Juve alla vittoria dello scudetto (il nono di fila per i bianconeri), ma non è riuscito a vincere né la Supercoppa, né la Coppa Italia.

LEGGI ANCHE Juve, Inzaghi o Zidane per il dopo Sarri. In lizza anche Allegri e Pochettino
 

Juve ringrazia Sarri sui profili social

La Juventus, sul proprio sito, «ringrazia il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano».

Champions, Juventus fuori agli ottavi di finale

Juve: voci allontanamento Paratici infondate. Sono «totalmente infondate» le voci di un allontanamento di Fabio Paratici dalla Juventus. Lo rende noto all'ANSA il club bianconero, che smentisce le indiscrezioni circolate sul dirigente nelle ultime ore. Lo stesso presidente Agnelli, del resto, subito dopo l'eliminazione dalla Champions League aveva ribadito la fiducia nei confronti del dirigente e del vicepresidente Pavel Nedved.
 
Subito dopo l’eliminazione di ieri sera si erano diffuse le voci sulla possibilità di un esonero immediato ed era partito il toto-allenatori: tra i nomi più quotati ci sarebbero quelli di Zinedine Zidane - anche lui eliminato ieri con il suo Real Madrid - Simone Inzaghi e Mauricio Pochettino, o un clamoroso ritorno di Massimiliano Allegri. «Ci prenderemo qualche giorno - aveva ragionato il presidente bianconero Andrea Agnelli nei minuti successivi all’eliminazione - e faremo le valutazioni per la prossima stagione. Sul tecnico? Io faccio un discorso di società perché la Juve ha degli obiettivi e devono essere onorati, in Italia e all’estero». Poi, l'esonero.
 

Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Agosto 2020, 20:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA