Ricciardi: «Atalanta-Valencia esplosiva. Dopo la partita 40mila bergamaschi hanno diffuso il virus»

Ricciardi: «Atalanta-Valencia esplosiva. Dopo la partita 40mila bergamaschi hanno diffuso il virus»
Che la partita tra Atalanta e Valencia dello scorso febbraio abbia contribuito alla pandemia di coronavirus, si sa ormai da tempo. Ma le parole di oggi di Walter Ricciardi, consulente del ministero della Salute nella gestione dell'emergenza, fanno rabbrividire: a margine di un incontro del Meeting di Rimini, Ricciardi ha definito quella partita «un momento esplosivo».

Leggi anche > «Si possono riaprire le scuole. Focolai in classe? Si valuta caso per caso»

 «Noi abbiamo fatto uno studio su Atalanta-Valencia del 19 febbraio e abbiamo visto - ha detto Ricciardi - che quello è stato un momento esplosivo: 40mila bergamaschi ritornati a Bergamo hanno contribuito da quel momento in poi a spargere il virus. La possibilità di fare queste manifestazioni oggi non c'è, non è possibile far partecipare decine di migliaia di persone, l'una vicino all'altra che, come è successo in Atalanta-Valencia esplodono quando si segnano 4 gol la loro felicità ma al tempo stesso carica virale».



Stasera, con la sfida tra Inter e Siviglia in Europa League in programma a Colonia «c'è una finale importante calcistica. Abbiamo lavorato tantissimo in tutto il mondo perché le attività sportive professionistiche continuassero, ma purtroppo non in presenza di grandi masse di persone», ha concluso Ricciardi.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Agosto 2020, 15:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA