Sinisa Mihajlovic, discorso pre-gara in video al suo Bologna: «Ha visto tutto in streaming»

Sinisa Mihajlovic, discorso pre-gara in video al suo Bologna: «Ha visto tutto in streaming»

Sinisa Mihajlovic non molla, e nonostante la battaglia contro la leucemia, che gli impedirà di essere in panchina domenica per l'esordio in campionato del Bologna, cerca di stare sempre vicino ai suoi giocatori. Ieri a Pisa, in Coppa Italia, l'allenatore serbo ha diretto 'a distanza' la squadra, con il discorso pregara fatto direttamente in video-conferenza: e lo rifarà domenica, a Verona, per la prima partita dei rossoblù nella Serie A 2019-20.

Parla il collaboratore: «E' più combattivo che mai»

A rivelarlo è stato il suo collaboratore Emilio De Leo nel dopo partita: «Il mister ha fatto il discorso pregara alla squadra collegato in video conferenza. L'ho sentito durante l'intervallo e alla fine e ha assistito in tempo reale alla partita collegato in streaming e via microfono con il nostro collaboratore video, che a propria volta comunicava con me in diretta».



Il tecnico, che il 15 luglio ha rivelato di essere affetto da leucemia, si avvia alla conclusione del primo ciclo di chemioterapia presso il reparto di ematologia dell'Istituto Seragnoli del policlinico Sant'Orsola di Bologna, ma da Casteldebole, il centro tecnico del club, lo descrivono così: «È più combattivo che mai», come detto da De Leo alla vigilia della trasferta di Pisa. Prova ne è che in ospedale ha tenuto un summit di mercato con i propri dirigenti per discutere come intervenire dopo il passaggio di Erick Pulgar alla Fiorentina. Nuovi confronti sono vista nelle prossime ore, visto che in settimana il Bologna potrebbe rompere gli indugi e affondare un colpo in entrata per la mediana.
Mihajlovic, insomma, non ha perso il polso della situazione, nonostante una complicatissima situazione personale. Tutt'altro. Ha chiesto e ottenuto che il centro tecnico fosse cablato, per poter vedere in tempo reale tutti gli allenamenti della squadra, ha confronti quotidiani, via telefono o via teleconferenza, con i membri dello staff, i dirigenti e lo spogliatoio. È sempre lui il direttore d'orchestra rossoblù: seppur a distanza.
Lunedì 19 Agosto 2019, 15:36



© RIPRODUZIONE RISERVATA