Lutto per l'Italrugby: morto per Covid Massimo Cuttitta, tra gli eroi di Grenoble '97
di Daniele Petroselli

Massimo Cuttitta morto per covid: rugby in lutto, era uno degli eroi di Grenoble '97

Lutto nel mondo del rugby azzurro. E' morto a 54 anni Massimo Cuttitta, ex pilone dell'Italrugby. Da diversi giorni era ricoverato all'ospedale di Albano Laziale a causa del Covid. 

 

Nato a Latina da una famiglia di origine napoletana, ha intrapreso la strada del rugby come i fratelli Marcello e Michele giocando nel ruolo di pilone. L'esordio a L'Aquila, ma è a Milano che ottiene 4 scudetti tra il '90 e il '96, oltre a una Coppa Italia. E' stato tra i grandi protagonisti dell'Italrugby (oltre che capitano) che hanno conquistato l'accesso al Sei Nazioni.

 

Era in campo a Grenoble nel '97 in occasione della storica vittoria contro la Francia nella finale della Coppa Europa per 40-32 ma fu anche tra gli eroi del successo all'esordio nel Sei Nazioni del 2000 al Flaminio di Roma contro i campioni in carica della Scozia per 34-20, per un totale di 70 caps con la Nazionale.

 

«Tutto il rugby italiano è intimamente toccato dalla scomparsa di Massimo, uno dei simboli della Nazionale che, grazie a una straordinaria generazione di giocatori, conquistò l'accesso al Torneo delle Sei Nazioni con una serie di indimenticabile prestazioni negli Anni '90» ha dichiarato il Presidente della Fir, Marzio Innocenti.


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile 2021, 21:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA