Pagelle Atalanta. Malinovskiy e Zapata non bastano. Non è la solita Dea

Pagelle Atalanta. Malinovskiy e Zapata non bastano. Non è la solita Dea

di Fabrizio Ponciroli

Atalanta-Juventus 1-2: pagelle bergamasche

GOLLINI 6
Non può nulla sul colpo da biliardo di Kulusevski e sul guizzo di Chiesa. Per il resto, bravo e fortunato.

TOLOI 5
Un gladiatore. Poi, nella ripresa, perde la lucidità. Si prende pure il rosso quando è già in panchina (33’ st Djimsiti 5,5: ci mette il cuore, non basta).

ROMERO 6
Nell’anticipo è un fenomeno. A volte esagera. Un po’ troppo polemico. Perde freschezza nel secondo tempo.

PALOMINO 5,5
Si divora un gol ad inizio partita. Per il resto fa le due fasi con grande determinazione. Distratto sul gol di Chiesa.

HATEBOER 6
Stantuffo inesauribile. Si fa sempre trovare pronto, non smette mai di cercare la profondità. Cyborg (33’ st Ilicic 5: niente magie dal mago).

DE ROON 6
Inizia con grande personalità poi perde le giuste distanze e fatica a trovare la sua posizione. Un po’ spaesato.

FREULER 6
Non dà respiro ai centrocampisti bianconeri e recupera diversi palloni. Soffre il ritmo indiavolato dei bianconeri nella ripresa.

GOSENS 6,5
Personalità da vendere. Sa sempre dove mettersi. Di un’intelligenza superiore alla norma. Computer (38’ st Miranchuk ng).

PESSINA 6,5
Gioca tra le linee e fa venire il mal di testa a tutti i suoi avversari. Jolly (23’ st Pasalic 5,5: non riesce a scuotere l’Atalanta).

MALINOVSKIY 6,5
Un gol di rabbia per confermarsi ad altissimi livelli. La mente della Dea, quello che ha licenza di uccidere. 007 (23’ st Muriel 5: entra e la Juventus segna. Non incide).

ZAPATA 6,5
Fisicamente straripante. Riesce a mandare in crisi anche un certo De Ligt. Manca di precisione. Hulk.

GASPERINI 6
Niente ciliegina sulla torta. Ancora una volta, il sogno del primo trofeo in carriera svanisce sul più bello. Le prova tutte, non è fortunato.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Maggio 2021, 23:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA