Vanessa Incontrada si commuove durante il monologo a "20 anni che siamo italiani": «La perfezione non esiste»

video
Vanessa Incontrada emoziona e si emoziona durante la seconda puntata di "20 anni che siamo italiani". Insieme a Gigi D'Alessio, la conduttrice ha portato in scena un monologo contro il baby shaming. Gli attacchi sull'aspetto fisico delle persone, gli stessi di cui è stata vittima anche lei. «La perfezione non esiste e so che non dicouna grande novità. Ma io lo voglio gridare. Magari l’avessero detto prima a me sapete? Bisognerebbe inserirla tra i primi insegnamenti che ci danno. Lavati le mani prima di mangiare, non dire le parolacce e la perfezione non esiste. Sai quanto tempo ho perso a cercarla? E' come in amore no? Pensavo di dover essere perfetta per trovare l'uomo della mia vita».

Vanessa Incontrada e quel contrattempo in diretta

Un primo piano intenso, con gli occhi già lucidi: «Alla fine ho trovato un uomo molto speciale, lui mio marito Rossano. Che mi ha detto una cosa che mi ha fatto ragionare, devi sorridere per i tuoi difetti...». Vanessa Incontrada continua: «A volte vorrei parlare alla Vanessa di 20 anni fa e darle un piccolo consiglio. Vane, smetta di voler essere diversa da quella che sei. Perché la perfezione non esiste. Tutti mi volevano diversa, tutti. Ma tutti chi? Ho perso tempo a cercare di essere giusta, dimenticando di essere felice  e pensando di essere sbagliata agli occhi degli altri. Se fossi nata negli anni '30 o '50, quando il modello femminile era morbido, sarei stata perfetta. Però vivo nel 2000, e avere le forme è ritenuto sbagliato. E per questo io dovrei vergognarmi?»

Vanessa Incontrada conclude così: «Adesso riesco a sorridere, ma non è stato sempre così, perché a volte le critiche feriscono: partono da un cellulare e arrivano dritte allo stomaco. E quando vai in giro, dietro tutte le facce che ti sorridono potrebbero esserci le persone che pensano che tu possa essere sbagliata. La perfezione non esiste, conta solo quello che pensi di te stessa quando ti guardi allo specchio. Beh io sono moto orgogliosa di quello che vedo. A volte mi piaccio, a volte no. Ma voglio bene alla persona che ho di fronte.  E penso che è importante circondarsi di persone che ci vogliono bene per quello che siamo...
Ultimo aggiornamento: Sabato 7 Dicembre 2019, 13:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA