Elisa D'Ospina: «Ragazze, siate curvy e felici anche con la 48. Stop ai guru delle diete»
di Marco Castoro

Elisa D'Ospina: «Ragazze, siate curvy e felici anche con la 48. Stop ai guru delle diete»

«Per dimagrire non prendete pillole, perché i miracoli non esistono. Niente diete fai-da-te, non ascoltate guru in tv. E soprattutto non fate diventare un'ossessione il vostro peso. Perché anche chi non ha una taglia 38 o 40 può essere felice e avere una vita sentimentale. Basta con questi stereotipi inculcati per ignoranza alle ragazze facili da manipolare». A lanciare questo messaggio è Elisa D'Ospina, la modella curvy più famosa. Sfila per grandi stilisti, taglia 46-48 per 184 cm, appare spesso in tv come opinionista, è bella, seguitissima sui social e ha una vita sentimentale invidiabile. Il 21 aprile sarà madrina della campagna del ministero della Salute contro i disturbi alimentari.
 
 


A Detto Fatto con Caterina Balivo avete organizzato un concorso per le ragazze curvy?
«Certo le ragazze pienotte non hanno nulla di meno delle candidate a miss Italia. Nel nostro concorso come premio c'era un posto di lavoro, e visto l'elevato afflusso di partecipanti possiamo dire che le donne formose non si vergognano più di esserlo».

La paura di non piacere a che età colpisce?
«A tutte le età. Anche se spesso sono le adolescenti le vittime della sindrome. Gli stereotipi inculcati dal marketing peggiorano la situazione».

Come si manifesta?
«Sono sempre insoddisfatte. Si isolano. Preferiscono chiudersi in palestra piuttosto che fare due chiacchiere con un'amica. Se mangiano un pezzo di pane in più vengono assalite dalla angoscia e dal rimorso. Sono ossessionate».

E come si combatte questa ossessione?
«Con un'alimentazione maniacale si rischia di compromettere gli organi vitali del nostro corpo e quindi la salute. Le ossessioni mentali sono un campanello d'allarme. L'unica cura è camminare e affidarsi a buon nutrizionista».

Ma perché in tv si invitano tutti questi guru che promettono dimagrimenti miracolosi?
«I miracoli non esistono. E poi questi guru cominciano a prendersi delle denunce. Perché vengono mostrati pure casi di persone che si sono rovinate il fegato per seguire certe diete».

Le modelle che sfilano magre non aiutano
«Finalmente anche la moda sta aprendo alla taglia 50. Dolce e Gabbana l'hanno fatto a New York».

riproduzione riservata ®
Mercoledì 18 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME