Barabra D'Urso, lievita lo share alla faccia del trash
di Marco Castoro

Barabra D'Urso, lievita lo share alla faccia del trash

Coloro che non la sopportano dicono di lei che fa una tv trash. Che crea e poi sfrutta le situazioni di cronaca, attualità e gossip con l'unico scopo di dopare gli ascolti. Ultimamente anche Massimo Giletti ha cominciato una campagna, non certo amichevole, nei suoi confronti. Ma per fortuna della diretta interessata a cui fischieranno le orecchie 24 ore su 24 e soprattutto di Canale 5, gli ascolti con lei in onda ricevono una salutare boccata d'ossigeno. Solo Maria De Filippi può vantare un ruolino di marcia migliore. Di chi stiamo parlando? Di Barbara d'Urso, ovviamente.

A Cologno Monzese dovrebbero farle un busto per tutte le volte che è riuscita a togliere le castagne dal fuoco al Biscione. Prima i pomeriggi della settimana, poi anche quello della domenica. Ci sono problemi con gli ascolti della prima serata? No problem, arriva la d'Urso. Prima il mercoledì, poi la domenica, ora il lunedì. E lo share che orbita intorno al 15% anche di sera. Nonostante contro ci siano Montalbano o l'Italia.

L'abbiamo vista creare e poi frantumare il mito di Pamela Prati e di Mark Caltagirone. Da affascinata sostenitrice dei promessi sposi si è trasformata in un pm in cerca della confessione delle protagoniste del papocchio. E la gente ha sposato gli stati d'animo della conduttrice. L'altra sera Barbara si è superata. Ha invitato nella sua trasmissione i due Vittorio più irriverenti della tv, Sgarbi e Feltri, intervistati da cinque donne, tra cui le agguerrite Luxuria e D'Eusanio. È stato come gettare due taniche di benzina su un incendio. E Barbara in cabina di regia, un po' incendiaria un po' pompiere, tra uno sproloquio e mille parolacce. Sarà pure tv trash, ma gli ascolti sono lievitati.
Mercoledì 20 Novembre 2019, 09:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA