Viaggio dietro le quinte, l'hair stylist delle star, Sauro Sartorel: «Vi svelo i segreti dei capelli delle dive di Venezia»

Viaggio dietro le quinte, l'hair stylist delle star: «Vi svelo i segreti dei capelli delle dive di Venezia»

  • 10
    share
L’edizione 75 è la decima che vede lo stesso gruppo di hairstylist L’Oréal a supporto del brand make up sponsor ufficiale alla Mostra. Anno dopo anno abbiamo imparato a renderci conto delle particolarità che lo hanno caratterizzato. Quest’anno del Festiva del cinema di Venezia ha registrato un sensibile aumento delle presenze di star internazionali in laguna, questo si traduce in un tipo di lavoro diverso per chi cura il look delle celebrities, sia per noi hairstylist Kèrastase che per i make up artist di Armani Beauty. Le star straniere spesso hanno un gusto moda differente rispetto a quello di noi italiani, quando sono abituate a farsi seguire semore dallo stesso team di professionisti non è facile per loro affidarsi a qualcuno che non conoscono, soprattutto per un momento importante come i red carpet, quando gli occhi di tutto il mondo sono puntati su di loro. Creare con le nostre ospiti un legame, una empatia, anche solo per la mezz’ora durante la quale ci occuperemo dei loro capelli, è indispensabile; quando una donna si fida del suo parrucchiere, il risultato del lavoro sui suoi capelli sarà certamente migliore. Succede in qualche caso che il feeling non scatti, in quel caso è meglio congedarsi con gentilezza e farsi sostituire da un collega, in questo modo ci assicuriamo la soddisfazione delle ospiti che è quello che più conta.

Ogni anno c’è qualche richiesta bizzarra, chi si porta una certa piastra da casa perché secondo lei è l’unica con la quale si riesce ad ottenere un certo effetto, - in realtà un hairstylist esperto riesce ad ottenere qualsiasi effetto anche con solo gli strumenti basici -; un anno una ospite aveva con sé dei bigodini riscaldati, che nei saloni non si usano più da anni, ma lei insisteva che fossero necessari, se li faceva applicare e chiedeva all’hairstylist di aspettare fuori dalla camera una mezz’ora, per essere certa che venisse fuori una bella forma armonica. Spesso le nostre ospiti al momento dell’appuntamento non sanno che tipo di hairlook vogliono, si fanno consigliare in base al meteo, in base al vestito che indosseranno, se non hanno ancora scelto neanche l’abito, magari provano le diverse opzioni e chiedono a noi quale preferiamo e con che tipo di acconciatura. Le soddisfazioni del nostro lavoro derivano anche dalla possibilità di essere consulenti per le ospiti. Se ci chiedono un raccolto molto rigoroso in una serata ventosa è nostro compito sconsigliarlo per evitare di arrivare sul tappeto rosso spettinate. Per altro i look messy sono di gran moda quest’anno, e al Lido, con vento e umidità, spesso sul red carpet diventano ancora più belli, la folata di vento che sposta una ciocca a incorniciare il viso regala quel tocco che rende un look irreplicabile. Per ottenere un look messy è indispensabile avvalersi dei prodotti giusti, un gel texturizzante come Materialiste di Kérastase aiuta a creare la base perché uno spettinato sia luminoso, una polvere in spray tipo Volume In Powder sempre di Kérastase, aiuta a fissare il look terminato mantenendo l’effetto mat.

Rispetti agli scorsi anni abbiamo visto una diminuzione delle onde che erano state il look più gettonato del 2017 e 2016, oggi invece siamo tornati ad un liscio disciplinato in genere abbinato ad una riga al centro, l’hanno sfoggiato Nicole Warne, Matilda De Angelis, Melissa Satta, Fiammetta Cicogna. Immancabili le trecce, una unica olandese e spettinata quella dell’influencer Tess Masazza, che abbraccia la nuca quella di Carolina Crescentini, quella doppia laterale che finisce in uno chignon di Marina Gusman, della lunghissima con la riga al centro di Matilde Gioli; anche la coda è stata molto apprezzata, l’hanno scelta in versione bassa Levante, Clemance Poesy, Gabriella Wilde e in versione pony tail Elisabetta Pellini, Ana Beatriz Barros. Il protagonista assoluto dei red carpet però è solo uno: lo chignon spettinato. Da Jasmine Trinca a Barbara Palvin a quello spettacolare di Carolina Crescentini sul red carpet di Suspiria, incantano e convincono.
Domenica 9 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME