Il Covid cambia ancora: «Primi sintomi per giorni, ma tampone resta negativo». Cosa sta succedendo

Il Covid cambia ancora: «Primi sintomi per giorni, ma tampone resta negativo». Cosa sta succedendo

Medici e scienziati stanno cercando di capire cosa stia accadendo

Il Covid muta ancora una volta. Il virus che dal 2020 è decisamente cambiato, come lo sono anche i sintomi grazie anche alla massiccia diffusione dei vaccini, sembra presentarsi sotto una nuova forma. Ad oggi pare che la positività al tampone arrivi molto dopo i primi sintomi.

 

Il ministro della Salute Roberto Speranza positivo al Covid, è in isolamento

 

Se inizialmente, infatti, il tampone rilevava il virus anche senza sintomi, ora può verificarsi il caso in cui si abbiano sintomi da giorni ma il tampone risulti comunque negativo. Un’anomalia rispetto al primo periodo della pandemia che viene riscontrata da un numero crescente di pazienti nel mondo e a segnalarlo è The Atlantic.

 

Mascherine, l'obbligo sui mezzi di trasporto prorogato fino a fine settembre

 

Medici e scienziati stanno cercando di capire cosa stia accadendo, non è facile stabilire se sia attribuibile alle mutazioni del virus, al nostro sistema immunitario, alla sensibilità dei test stessi o a una combinazione dei vari fattori. Un’ipotesi molto discussa è che i sintomi precedano il risultato positivo ai test non tanto perché il coronavirus sia diventato “a scoppio ritardato”, ma semplicemente perché la malattia inizia prima o, per dirla meglio, il sistema immunitario si attiva molto più velocemente contro il virus. Un’altra tesi è che le sottovarianti di omicron sfuggano più facilmente ai test antigenici nelle fasi iniziali della malattia. Ma anche il fatto che il maggior ricorso ai test fai-da-te rispetto a quelli in farmacia può incidere sulla qualità dei risultati


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Giugno 2022, 17:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA