Coronavirus, l'oncologo conferma: «I pazienti trattati con il farmaco contro l'artrite reumatoide migliorano»

Paolo Ascierto, oncologo dell'ospedale Pascale di Napoli, parla di una possibile cura al coronavirus. La metà dei pazienti malati trattati con il Tocilizumab, il farmaco per l'artrite reumatoide, sta migliorando. A parlarne è il medico stesso con un videomessaggio.

Leggi anche > Coronavirus, nuova stretta in arrivo: soldati in strada, limitazioni allo sport all'aperto, misure per i supermercati

I test sono stati effettuati su 10 pazienti, 7 intubati e 3 con gravi problemi respiratori. Tra loro 5 sono migliorati e due di loro sembrano andare nella stessa direzione. Dopo un confronto con i colleghi cinesi. Ascierto è stato il primo in Italia ad avviare l'utilizzo del farmaco, in fase sperimentale, contro il Covid-19. Segnali positivi del trattamento del farmaco arrivano anche dal Veneto: «Segnalo Schiavonia, a Padova sud. Ho parlato con la dottoressa Rita Chiari e mi ha detto che 2 dei pazienti trattati dopo 24 ore hanno avuto un miglioramento importante. Credo che questo sia un segnale importante anche per noi», afferma il medico. 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Marzo 2020, 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA