Vaccino e variante, quale è più efficace per ciascuna mutazione Covid (tutti danno protezione oltre l'80%)

Vaccino e variante, quale più efficace per ciascuna mutazione Covid (tutti danno protezione oltre l'80%)

I vaccini anti Covid? Forniscono un alto livello di protezione contro l'ospedalizzazione e la morte. Il vaccino Pfizer-BioNTech è il migliore per fermare la variante inglese. Per tutti i vaccini presi in cosiderazione l'efficacia è in media dell' 85% dopo prima dose e richiamo e sale a quasi il 100% di protezione contro la malattia grave, ospedalizzazione o morte.

Questi sono i dati contenuti in uno studio che deve essere ancora sottoposto a peer-review e pubblicato. Gli autori sono ricercatori dell'Università della Florida e di Seattle. Le stime dell'efficacia sono basate su analisi statistiche e pianificate da studi in doppio cieco (quando né il paziente né il medico sanno cosa è stato iniettato: serve a minimizzare il più possibile l'effetto placebo) e controllati con placebo, mentre altre sono estratte da studi osservazionali con diversi livelli di controllo. 

 

La protezione contro la malattia con l'infezione per tre varianti di preoccupazione è in media dell'86% per il ceppo B.1.1.7 rilevato per la prima volta nel Regno Unito, del 61% per il ceppo P.1 (brasiliana) e del 56% per il ceppo B.1.351 scoperto in Sud Africa, hanno detto i ricercatori.

Ecco i risultati sull'efficacia.

MODERNA efficacia stimata 94,5 % 

PFIZER efficacia stimata 94,2% 

NOVAVAX efficacia stimata 89,3% 

ASTRAZENECA efficacia stimata 81,5% 

SINOPHARM efficacia stimata 78,1% 

Palestre, riapertura lunedì 24 maggio: dagli spogliatoi alle distanze, ecco regole e linee guida

La contagiosità

L'immunizzazione, inoltre, riduce la trasmissione diretta della SARS-CoV-2 agli altri del 54%. Su questo aspetto ci sono dati su quattro vaccini.

PFIZER efficacia stimata contro l'infettività 94%

MODERNA 80%

JOHNSON & JOHNSON 65,5%

ASTRAZENECA  50%

La questione varianti 

Variante inglese

PFIZER efficacia 89.5% 

NOVAVAX 85.6%

ASTRAZENECA 74.6%

Variante brasiliana

JOHNSON & JOHNSON 66.2%

SINOVAC 49.6%

Variante sudafricana

PFIZER 75%

JOHNSON & JOHNSON  52%

NOVAVAX 49.4%

ASTRAZENECA 21.9%

 

 

 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Maggio 2021, 11:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA