Manovra, dalle consulenze al Mise ai contributi Rai: le misure dell'ultimo minuto

di Francesco Pacifico
Elargizioni e micro-stanziamenti non mancano neanche quest'anno nella manovra. E nel testo del maxi-emendamento spuntano anche svariate consulenze. Ad esempio lo stesso ministero dell'Economia si è dato 2.700.000 di euro anche per pagare venti incarichi di «consulenza, studio e ricerca» per «sostenere le attività in materia di programmazione pubblica». Meno care invece - 150.000 euro le consulenze che sempre il Mef chiederà per il piano di dismissioni degli immobili. Dal Mise, e nonostante il congelamento delle assunzioni della Pa per quasi tutto il 2019, Luigi Di Maio risponde con altri 102 addetti, «in aggiunta alle facoltà di assunzione previste dalla legislazione vigente». Il ministero dell'Istruzione si doterà di due dirigenti impegnati sulle attività destinate alle minoranze del Friuli-Venezia Giulia. «Per sostenere la lingua italiana» l'Accademia della crusca ottiene anche un segretario amministrativo: stipendio da 236 mila euro lordi ma con contratto a tempo determinato. Assunzioni straordinarie anche ai Lincei e alla Corte dei Conti.

Nelle pieghe nel maxiemendamento le micronorme più fragorose, e in barba alle crociate contro i costi della politica, riguardano tutte le assunzioni straordinarie che il governo ha autorizzato oltre alle tremila e più già previste per superare il turnover. Ma a ben guardare ci sono altre perle come il forfait fiscale - 100 euro - per chi raccoglie tartufi e funghi, tagli alle accise per i mini birrifici, fino a fondi a pioggia per celebrare Ovidio, Ugo Spirito, Nilde Iotti e Renzo De Felice, per non parlare del milione di euro per conservare un'eccellenza come le feste di piazza dotate di bande. Alla piattaforma del fosforo andranno 200 mila euro, 100 mila al museo della civiltà istriana e all'Archivio di Fiume.
 


LE STRUTTURE TERMALI
Colpo gobbo per i gestori dei venture capital: un emendamento impone che il 15 per cento dei dividendi delle grandi partecipate finisca per sottoscrivere questi fondi chiusi. Stesso compito anche per l'Inail, al quale viene anche chiesto di investire nelle strutture termali. Sarà soddisfatto a Milano Davide Casaleggio - da sempre fautore del blockchain - perché il Mise investirà 45 milioni in tre anni per lo sviluppo delle sue applicazioni. Nella stessa ottica, di rilancio dell'innovazione, i quasi 200 milioni per le imprese impegnate sulla microelettronica. Chi attiva il superammortamento per Impresa 4.0 ha fino a 40 mila euro per pagare i consulenti. Sul versante fiscale, doppio condono per le famiglie in difficoltà: uno fiscale e uno previdenziale. Il regime forfetario dei minimi viene esteso anche a quegli artigiani e a quei professionisti che hanno quote minoritarie in aziende di famiglie. Non emetteranno fattura elettronica i medici che trasmettono la documentazione fiscale del caso attraverso la tessera sanitaria. Gli insegnanti, invece, pagheranno il 15 per cento di tasse sulle lezioni private.
Detrazione di mille euro per i non vedenti che mantengono cani guida. Gli autotrasportatori ottengono pure il rimborso della metà delle spese per prendere la patente. Credito d'imposta al 36% per le imprese che usano imballaggi riciclati.

MOBILITÀ
Finiranno nei programmi per la mobilità sostenibile i segway, gli hoverboard e i monopattini a propulsione elettrica tanto cari ai turisti. Scende l'Iva anche per i cracker e le fette biscottate prodotte anche con grassi e oli industriali permessi dalla legge. Se le cooperative editoriali e Radio Radicale si vedono tagliare i fondi, la Rai si ritrova con un contributo di 80 milioni per il prossimo biennio. Il Piemonte in cassa 5 milioni in più per elettrizzare la Biella-Novara, il comune di Firenze una cifra quasi simile per ristrutturare la sede della Società Dante Alighieri, mentre in Calabria - per gli aeroporti di Reggio e di Crotone - piovono 34 milioni.
 
Domenica 23 Dicembre 2018, 08:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA