Finisce in carcere  il maniaco di Albano

Finisce in carcere il maniaco di Albano

Si sono aperte le porte del carcere, per l'uomo che all'inizio del mese di giugno tentò di sequestrare una bambina di nove anni ad Albano Laziale. Il drammatico episodio avvenne nel parco che si trova nel cittadino in via del Risorgimento. Quando successe il fatto, il manico e sequestratore venne denunciato a piede libero, ma il commissariato di Albano inviò un'informativa alla procura, dove chiedeva l'emissione della misura. L' arrestato, un quarantatreenne pluripregiudicato, con precedenti per pedofilia e tentato omicidio, afferrò con forza la piccola che stava andando in bicicletta insieme alla nonna. Alcune persone, che assistettero alla scena intervennero e lo inseguirono. Il malvivente cadde a terra con la bambina in braccio proprio vicino alla macchina che aveva parcheggiato poco distante e dove probabilmente era sua intenzione rinchiudervi la bimba per portarla via. Quando venne raggiunto, scattò il linciaggio. (E. Orl.)

Giovedì 13 Giugno 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA