Ricoverata in rianimazione per miocardite da Covid: grave una ragazza. Non è vaccinata

Ricoverata in rianimazione per miocardite da Covid: grave una ragazza. Non è vaccinata

Il coordinatore dell'emergenza Montagnani: "Rischio miocarditi con Covid superiore di 40 volte rispetto al rischio dei vaccini"

Una giovane valdostana è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale San Giovanni Bosco di Torino. La ragazza, non vaccinata, ha accusato una grave forma di miocardite da Covid ed è stata trasferita da Aosta al capoluogo piemontese.

 

Leggi anche > Omicron, l'allarme dell'Oms: «Potrebbe avere gravi conseguenze. Ma ad oggi nessun decesso»

 

Le condizioni della giovane, fanno sapere dall'ospedale, sarebbero molto gravi. «Il rischio di miocarditi e pericarditi legate al Covid è 40 volte superiore al rischio di queste patologie legate alle vaccinazioni», spiega il coordinatore dell'emergenza sanitaria Luca Montagnani. «Per le miocarditi associate alla vaccinazione - prosegue - il rischio è minimo, sono molto lievi e in pazienti generalmente adolescenti, si curano con banali farmaci. Senza vaccino invece, con una miocardite e il Covid si rischia di finire in Rianimazione e in condizioni molto gravi». Ora, «vaccinazioni e terze dosi sono basilari, con assoluta certezza posso dire che i non vaccinati hanno manifestazioni della malattia molto più gravi», aggiunge Montagnani.


Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Novembre 2021, 10:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA